L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 18 febbraio 2022

e Trudeau manda in tilt le banche canadesi

Canada: banche offline, ma non è un attacco


Cinque grandi banche canadesi offline per diverse ore: ancora ignota la causa del problema, ma una prima ipotesi è stata formulata.

Niente home banking, niente accesso ai conti, niente trasferimenti. È il problema che ha interessato i clienti di cinque banche canadesi: per diverse ore i servizi gestiti sono andati offline, risultando irraggiungibili. Qualcuno continua tuttora a lamentare malfunzionamenti. Al momento ignote le cause.

Banche canadesi offline per un misterioso blackout

Gli istituti colpiti dal blackout sono Royal Bank of Canada (RBC), BMO (Bank of Montreal), Scotiabank, TD Bank Canada e Canadian Imperial Bank of Commerce (CIBC). Le conferme delle anomalie in corso sono giunte dai profili social ufficiali, ne riportiamo di seguito un esempio in forma tradotta.

Al momento stiamo riscontrando problemi tecnici con il nostro banking online e mobile, così come sui sistemi telefonici. I nostri esperti stanno indagando e sono al lavoro per risolverli nel minor tempo possibile, ma al momento non abbiamo alcuna tempistica da fornire. Apprezziamo la vostra pazienza.

Disservizi registrati anche per i metodi di pagamento nei negozi: c’è chi afferma di non essere riuscito a finalizzare un acquisto nello store di alimentari, perdendo parecchio tempo.

Come scritto in apertura, non è dato a sapere cosa abbia innescato il problema che ha portato le banche offline. Sembra poter essere esclusa l’ipotesi di un attacco. La tempistica suggerisce un possibile legame con le manifestazioni Freedom Convoy che stanno interessando il paese, riversando nelle strade e nelle piazze autisti di mezzi pesanti e cittadini che si oppongono al vaccino obbligatorio e alle restrizioni anti-COVID.

Proprio nei giorni scorsi il primi ministro Justin Trudeau ha invocato l’Emergencies Act (PDF) per far fronte alle proteste che minacciano l’ordine pubblico. Tra le misure straordinarie adottate, una riguarda proprio il trasferimento di fondi.

… stiamo ampliando il campo di applicazione delle norme canadesi contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, in modo che coprano le piattaforme di crowdfunding e i fornitori di servizi di pagamento utilizzati. Queste modifiche riguardano ogni forma di transazione, inclusi gli asset digitali come le criptovalute.


Nessun commento:

Posta un commento