L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 11 marzo 2022

Il 19 marzo il clero televisivo che getta benzina sul fuoco ucraino si sveglierà con un mal di testa e saranno i russi brutti e cattivi i responsabili. Attenti agli scaffali

Iniziative Fai-Conftrasporto 19 marzo: presenti anche gli autotrasportatori di Altamura


giovedì 10 marzo 2022

Con una nota, Fai-Conftrasporto ha comunicato che anche le imprese di Altamura aderiranno alle iniziative programmate nei prossimi giorni.

Ieri a Roma si è svolto un incontro tra una delegazione di imprenditori del settore della città pugliese, scenario delle proteste delle settimane scorse, e i vertici di Fai Conftrasporto-Confcommercio. La delegazione di Altamura, guidata dall’imprenditore Alessandro Ragone, ha illustrato le problematiche degli operatori locali.

Al centro del confronto, la vertenza in atto tra le associazioni dell’autotrasporto e il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, e le prossime iniziative della Fai, nelle quali saranno coinvolte anche le imprese di autotrasporto di Altamura.

I mezzi resteranno nei piazzali delle aziende

“Abbiamo ben compreso lo spirito di grande sconforto che ha animato le manifestazioni delle settimane scorse ad Altamura e abbiamo apprezzato la volontà di questi autotrasportatori di incontrarci per aprire un confronto costruttivo”, afferma il segretario generale FAI-Conftrasporto Carlotta Caponi.

“La FAI si farà portavoce anche delle istanze degli autotrasportatori pugliesi, che sono le stesse dei nostri associati - prosegue Caponi - Già dalle manifestazioni del 19 marzo, quando i mezzi non usciranno per strada, ma resteranno nei piazzali delle aziende, gli autotrasportatori di Altamura aderiranno all’iniziativa proclamata dalla FAI”.

Nessun commento:

Posta un commento