L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 21 marzo 2022

Questo è il nazista Zelensky

Zelensky, la democrazia in azione

Non ve le traduco. Non ho tempo altrimenti il TG di Mentana mi ruba lo scoop. Perché sicuramente manderà queste immagini stasera, vero?

La democrazia di Azov li chiama “marauders”, saccheggiatori. Torturati e pestati e legati ai pali un po’ in tutte le zone controllate dal governo a cui inviamo le nostre armi perché è un modello di democrazia.

https://twitter.com/SkyCloudSurfer/status/1505679403954675712?t=bsB8kMinZIXldfVtiARDLQ&s=09

les-braves

Ordine del capo dei medici militari ucraini: i soldati russi feriti, castrarli immediatamente, perché sono scarafaggi:

Frattanto,

L’ ELITE UCRAINA STA LENTAMENTE EVACUANDO I SUOI AVERI

anastasia

Al confine ungherese, la moglie dell’ex deputato del popolo della Verkhovna Rada è stata fermata con 28 milioni di dollari e 1,3 milioni di euro.

L’ex capo del dipartimento di polizia regionale di Obukhov, Denis Yaroslavsky, ha detto su Facebook che la moglie di Igor Kotvitsky, che è chiamato il braccio destro di Arsen Avakov, ha cercato di contrabbandare valuta dall’Ucraina attraverso il checkpoint Vilok il 14 marzo.

Anastasia non ha avuto problemi con le guardie di frontiera, ma gli ungheresi hanno prestato attenzione alle valigie piene di contanti. Alla donna è stato chiesto di dichiarare tutto il denaro.

contanti-valige

E non vi sfugga che la democrazia in Ucraina diventa ogni giorno più bella e perfetta: con un solo partito.

Zelensky vieta 11 partiti politici

Il presidente ucraino afferma che i partiti di opposizione hanno legami con la Russia

Per fortuna noi abbiamo  una classe dirigente non solo intelligentissima ma con il cuor di leone:

dimaio-prima-linea

Ma per fortuna ci sono italiani pieni di cuore che non credono alle immagini sopra, sapendo che sono propaganda russa, ed aiutano le profughe ucraine:

italiana-stupida

Nessun commento:

Posta un commento