L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 1 marzo 2022

Washington attende i camionisti il 5 marzo 2022

Il convoglio di camionisti degli Stati Uniti si gonfia mentre si sposta attraverso il paese verso DC

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO 2022 - 19:09

Scritto da Enrico Trigoso e Zachary Stieber via The Epoch Times,

Il più grande convoglio di camion negli Stati Uniti è cresciuto di dimensioni da quando ha lasciato la California e sta attirando migliaia di sostenitori mentre si dirige verso la costa orientale.

Il People's Convoy è iniziato con circa 150 veicoli ed è cresciuto fino a oltre 250 mentre si faceva strada attraverso il Texas e l'Oklahoma durante il fine settimana.

Altri veicoli si sono uniti per periodi di tempo. Questo, insieme alla lunghezza del convoglio, rende difficile individuare esattamente quanti partecipanti ha.

"Varia. Diciamo solo che ci sono circa 50 camionisti che sanno che il convoglio sta arrivando e potrebbe aver attraversato questa zona. Si fermeranno a un'uscita e aspetteranno che il convoglio arrivi, e poi si uniranno ad esso. Potrebbero unirsi per 200 miglia o 100 miglia, e poi continuare ad andare ovunque stessero andando perché si stavano dirigendo nella nostra stessa direzione ", ha detto Maureen Steele, uno degli organizzatori del convoglio, a The Epoch Times.

"E poi ci sono le auto che si uniscono... e alcuni di loro vanno per 30 miglia, alcuni vanno per 100, alcuni per 200, e poi scendono".

Collin Walters si unì al convoglio per circa 25 miglia.

"Questo è un movimento che tutti dovrebbero sostenere. Questo è un evento nazionale; questo sta facendo la storia", ha detto Walters a The Epoch Times.

"È piuttosto eccitante", ha aggiunto.

Kathy Walters, sua zia, ha detto che si oppone ai mandati di vaccinazione COVID-19 come quelli imposti dal governo federale. Li vede come una violazione del "libero arbitrio" degli americani.

Gli organizzatori dei convogli affermano di essere contrari ai mandati sui vaccini, alla continuazione da parte del governo federale di una dichiarazione di emergenza nazionale su COVID-19 e ad altre azioni dell'amministrazione del presidente Joe Biden.

Sostenitori del convoglio in Texas il 26 febbraio 2022. (Enrico Trigoso/Epoch Times)

I camionisti che fanno parte del People's Convoy passano davanti a un cavalcavia con i sostenitori in Oklahoma il 27 febbraio 2022. (Enrico Trigoso/Epoch Times)

I sostenitori del convoglio sventolano bandiere americane sul lato della strada in Oklahoma il 27 febbraio 2022. (Enrico Trigoso/Epoch Times)

Sostenitori del convoglio in Oklahoma il 27 febbraio 2022. (Enrico Trigoso/Epoch Times)

Sostenitori del convoglio in Oklahoma il 27 febbraio 2022. (Enrico Trigoso/Epoch Times)

Gli organizzatori hanno inviato periodicamente droni per catturare le stime dei veicoli che viaggiano con il gruppo, che ha attirato migliaia di persone ai bordi delle strade mentre il convoglio passa.

Chuck Frantz si presentò per mostrare il suo sostegno al convoglio a Weatherford, in Oklahoma.

"Questo sta attirando l'attenzione della gente", ha detto Frantz a The Epoch Times su un cavalcavia dell'autostrada. Ha descritto i mandati, alcuni dei quali sono stati annullati dai tribunali, come incostituzionali.

Un portavoce del dipartimento di polizia di Amarillo, texas, che ha lavorato per assicurarsi che il passaggio del convoglio fosse regolare, ha detto a Epoch Times che non c'erano problemi.

KTUL-TV ha riferito che diversi veicoli del convoglio sono stati coinvolti in un incidente a circa 15 miglia a ovest di Big Cabin, in Oklahoma. L'Oklahoma Highway Patrol, che non ha risposto alle richieste di commento, ha detto all'emittente che la causa dell'incidente è sotto inchiesta.

Il convoglio si è fermato a Big Bend, in Oklahoma, domenica sera ed era pronto a viaggiare verso il Missouri il 28 febbraio. È sulla buona strada per arrivare a Washington, dove le autorità stanno reinstallando la recinzione intorno al Campidoglio, il 5 marzo.

https://www.zerohedge.com/political/us-trucker-convoy-swells-it-moves-across-country-dc?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=515

Nessun commento:

Posta un commento