L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 8 aprile 2022

gli Stati Uniti, una nazione in bancarotta senza leadership. Ma peggio ancora, gli Stati Uniti hanno appena in un ultimo atto di disperazione non solo sparato a se stessi al piede ma alla testa.

Von Greyerz: "Ci sarà un nuovo disordine mondiale"

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
GIOVEDÌ 7 APRILE 2022 - 12:30

Scritto da Egon von Greyerz via GoldSwitzerland.com,

"Ci sarà un nuovo ordine mondiale là fuori e dobbiamo guidarlo!

E dobbiamo unire il resto del mondo nel farlo!"

Questo è ciò che Biden ha proclamato in un recente discorso.

Ma dal momento che Biden ha la tendenza a sbagliare i suoi discorsi, quello che intendeva dire era:

"Ci sarà un nuovo diS-order mondiale là fuori e dobbiamo guidarlo!

Purtroppo, come il mondo ha sentito in molti discorsi del presidente degli Stati Uniti, non ha idea che il suo "impero" stia crollando intorno a lui.

Ma purtroppo per Biden, gli Stati Uniti non sono affatto un impero, ma una nazione in bancarotta senza leadership. Ma peggio ancora, gli Stati Uniti hanno appena in un ultimo atto di disperazione non solo sparato a se stessi al piede ma alla testa.

CONSEGUENZE

Pochissimi, se non nessuno, dei leader mondiali di oggi comprendono le conseguenze delle loro azioni e chiaramente non Biden.

Mentre il mondo sta vivendo la fine di un'era economica, stiamo ottenendo i leader che meritiamo e quindi quelli appropriati per portare il mondo ad Armageddon.

Così il mondo sta ora entrando nella battaglia finale, una battaglia con capi di stato totalmente incompetenti che porterà tutti a perdere.

La rotta verso Armageddon sarà disastrosa per il mondo. I leader in difficoltà intraprenderanno azioni disastrose, esacerbando non solo il problema del proprio paese, ma anche quello del resto del mondo.

E questo è esattamente ciò che stiamo vedendo ora con il peggior intruglio possibile di deficit di debito, svalutazione della valuta e decadenza. Le conseguenze erano ovviamente sempre prevedibili sulla base della storia. Ma nessun leader nell'era attuale è un vero studente di storia. Ed è per questo che il mondo è in un tale caos.

IPERINFLAZIONE SEGUITA DA UNA DEPRESSIONE DEFLAZIONISTICA

In molti articoli ho delineato il corso degli eventi che vedo da qui – inflazione, iperinflazione, crollo del debito, collasso degli asset, che porta alla miseria economica e, infine, a una depressione deflazionistica. "All Hell Will Break Loose for Humanity" come ho scritto in un recente articolo.

Ci sarà una migrazione continua, ma probabilmente in misura minore poiché non ci saranno terre promesse che offriranno ai migranti una vita migliore. Ci sarà isolazionismo e molti paesi cercheranno di chiudere le loro frontiere.

Purtroppo ci saranno anche guerre, guerre cibernetiche, civili e persino grandi guerre militari. L'umanità non è mai rimasta lontana dalle guerre per un periodo e soprattutto non in periodi di depressione economica e di debiti elevati. Le guerre sono una scusa meravigliosa per i leader poveri sia per stampare più denaro sia come colpa per la miseria che la gente soffre.

I media e la propaganda dominati dall'Occidente stanno naturalmente incolpando Putin per la guerra. E molti leader, tra cui Biden, vogliono che se ne vada.

LE GUERRE HANNO COSTRUITO IL MONDO

Le guerre sono ovviamente terribili chiunque le inizi, ma come ho appena detto, la storia del mondo si basa molto sulle guerre e sulla costruzione dell'impero, sia che si parli di imperi persiani, romani, han, mongoli, ottomani, spagnoli, russi o britannici.

Molti di questi imperi sono stati venerati per ciò che hanno raggiunto e lo sono ancora oggi, mentre alcuni come i mongoli hanno lasciato pochissime tracce positive per i posteri.

L'impero britannico, ad esempio, era notevole. Una piccola isola ha creato il più grande impero della storia che dura da oltre 300 anni e copre il 26% del mondo. L'influenza culturale e linguistica è ancora significativa.

Pochissime voci si sentono oggi che richiedono che i re o gli imperatori di quelle epoche siano condannati per crimini di guerra postumi.

Gli Stati Uniti non hanno mai creato un impero, ma hanno attaccato paesi come Vietnam, Iraq, Libia e Siria. Oltre 300.000 civili sono stati uccisi in queste guerre guidate dagli Stati Uniti.

Mentre praticamente tutto il mondo occidentale considera Putin un criminale di guerra, non abbiamo sentito attacchi simili contro i leader statunitensi, britannici o francesi che sono stati coinvolti nelle recenti guerre di cui sopra.

Senza voler prendere posizione, perché dovremmo avere regole o leggi diverse per i diversi criminali di guerra? Chiaramente non c'è parità di condizioni.

METTERE ALL'ANGOLO UN ORSO RUSSO HA CONSEGUENZE

Tornando alle conseguenze, qualsiasi leader occidentale intelligente avrebbe potuto prevedere le recenti azioni della Russia dalla rivoluzione di Maidan in Ucraina nel 2014. Questo è stato quando un colpo di stato guidato dagli Stati Uniti e dall'Occidente ha spodestato il leader e il governo ucraino eletto e ha installato una leadership amichevole occidentale.

Questo colpo di stato, combinato con i nuovi membri della NATO che circondano la Russia, era una minaccia così chiara per la Russia che la reazione di Putin era ovvia. Mettere all'angolo un orso russo è molto pericoloso.

Un forte leader e statista occidentale lo avrebbe previsto e avrebbe intrapreso i negoziati con la Russia. Ma i leader occidentali hanno totalmente ignorato tutti gli avvertimenti di Putin e della Russia ed è per questo che il mondo non è solo in un caos, ma in una situazione geopoliticamente molto pericolosa.

Alcuni osservatori sostengono che la situazione attuale è stata progettata dai neoconservatori statunitensi al fine di iniziare un conflitto / guerra con la Russia.

LE SANZIONI HANNO CONSEGUENZE

L'Impero Romano prosperò per secoli grazie al libero scambio all'interno e all'esterno. Ma sanzionare un paese come la Russia che ha le più grandi risorse naturali del mondo nella misura di 75 trilioni di dollari è una follia totale. Ancora peggio quando questo paese sanzionato fornisce l'energia di quasi metà dell'Europa, non si tratta solo di spararsi ai piedi, ma alla testa. Vedi il mio articolo "Un inferno monetario globale di proporzioni nucleari".

Ciò non solo porterà a carenze energetiche e alimentari in Occidente, ma anche a un massiccio declino del commercio mondiale e del PIL.

Il CEO di BASF, il più grande produttore chimico al mondo, ha dichiarato di recente:

"Tagliare l'energia dalla Russia farà precipitare la Germania nella sua più "catastrofica crisi economica che risale alla fine della seconda guerra mondiale!"

Ma questo non dovrebbe essere una sorpresa per gli studenti di storia. Alla fine dei principali cicli economici, i paesi ottengono i leader abissali che meritano e questi leader mostreranno una totale mancanza sia di intelligenza che di capacità di governo. Quindi purtroppo non c'è nemmeno un leader che sia in grado di negoziare con Putin.

È un dato di fatto, gli Stati Uniti non sembrano avere un leader. E il nuovo leader tedesco Scholz aveva appena messo i piedi sotto il tavolo prima di essere atterrato con il piccolo problema che il suo paese ottiene il 55% del suo gas naturale dalla sua nemica Russia. Che scomodo.

La Germania chiaramente non ha mai imparato l'espressione "Non mordere la mano che ti nutre".

Sia il britannico Boris "Partygate" Johnson che il francese "Manu" Macron possono ritenersi fortunati che la guerra abbia distolto l'attenzione dai loro problemi interni.

L'IMPERO FINANZIARIO STATUNITENSE SULLA VIA DELLA PERDIZIONE

Gli Stati Uniti erano un impero finanziario, ma purtroppo ora il paese è sulla strada della perdizione.

Come ho sottolineato molte volte, con le seguenti cifre abissali gli Stati Uniti non possono essere né un leader economico né morale del mondo:

  • Debito federale e deficit in crescita ogni anno dal 1930 (con 4 eccezioni minori)

  • Dal 1971 il debito federale è aumentato di 60 volte da $ 500 miliardi a $ 30 trilioni

  • Il debito totale del paese è aumentato di 53 volte dal 1971 a $ 90 trilioni con un PIL in aumento solo di 22 volte

  • Bilancia dei pagamenti in disavanzo dall'inizio degli anni 1970

È davvero sorprendente che il resto del mondo accetti di essere dettato da un paese che ha superato la sua data di scadenza e può generare una falsa crescita solo stampando infinite quantità di denaro senza valore. Prima del 1970 gli Stati Uniti avevano un'economia forte con una valuta rispettata. Ma da quando Nixon ha chiuso la finestra dell'oro nel 1971, gli Stati Uniti sono stati su un pendio scivoloso con il debito che esplodeva e la valuta che crollava.

Come mostra il grafico sottostante, il dollaro ha perso l'88% in termini reali (oro) dal 1999 e il 98% dal 1971 (non mostrato).

La caduta a ZERO è garantita dal momento che tutte le valute, senza eccezioni, si sono estinte nel corso della storia.

Ma abbiamo mai sentito un capo della banca centrale o un presidente dire al loro popolo che la valuta diventerà inutile a causa delle loro azioni spericolate?

No, certo che no. In primo luogo non capiscono o studiano la storia e in secondo luogo nessun politico eletto può mai dire la verità perché se lo facessero, non sarebbero mai eletti.

Basta ricordare "Tricky Dick" Nixon:

Chiaramente, Nixon non aveva capito cosa succede al denaro quando il debito sostiene la valuta piuttosto che l'oro. O ha semplicemente mentito come aveva l'abitudine di fare?

Indipendentemente da ciò, ha orchestrato una caduta del dollaro (dal Cervino come illustrato sopra) del 98% con il restante paio di perdite percentuali fino a un 100% nei prossimi anni.

Biden con le sue attuali azioni disastrose ha creato il clima perfetto per raggiungere la caduta finale del 2% del dollaro. Ma ricorda che è un calo del 100% da qui.

IL CONGELAMENTO DEI BENI HA CONSEGUENZE

Dimostrando alle banche centrali mondiali che gli Stati Uniti possono congelare le riserve valutarie di qualsiasi paese detenute al di fuori del loro paese, il sistema finanziario mondiale e i banchieri centrali hanno imparato una lezione che cambierà in modo permanente il modo in cui fanno affari.

Nessun paese sano di mente terrà mai le proprie riserve in dollari USA o altre valute presso una banca che il governo degli Stati Uniti può controllare direttamente o indirettamente.

Né i paesi si fideranno del sistema Swift che gli Stati Uniti possono manipolare unilateralmente.

Il volo dal dollaro USA non avverrà durante la notte, ma sarà più rapido di quanto chiunque possa immaginare.

Nessun capo giudizioso della banca centrale prenderà mai in considerazione l'idea di consegnare le proprie riserve forex agli Stati Uniti, una nazione in bancarotta, con una valuta al collasso che per un capriccio può confiscare le riserve di altri paesi.

Ma non solo, chi avrebbe mai messo i propri soldi in titoli del Tesoro USA. Gli investitori non solo perderebbero il loro investimento totale sul valore in calo del dollaro, ma anche sugli Stati Uniti come debitore losco che potrebbe facilmente andare in default svalutando la valuta a ZERO o estinguere il debito.

La Russia lo ha visto arrivare già alcuni anni fa e quindi ha liquidato tutti i suoi titoli del Tesoro USA. Invece hanno saggiamente comprato oro.

Il debito degli Stati Uniti sta ora entrando nel Pass The Parcel Game con NESSUN investitore che vuole essere lasciato in possesso del pacco.

Conseguenze nostri amici statunitensi, Conseguenze! Ora vedete che il vostro governo non si è solo sparato al piede, ma ha inflitto al vostro paese una ferita mortale alla testa?

Il danno collaterale porterà chiaramente a una sfiducia non solo negli Stati Uniti, ma in tutti i governi e in tutte le valute. Il globalismo si sta ora trasformando in isolazionismo.

E L'OVVIA CONSEGUENZA DI CIÒ SARÀ UNA FUGA VERSO LE MATERIE PRIME E IN PARTICOLARE L'ORO FISICO E L'ARGENTO TENUTI IN UN LUOGO MOLTO SICURO.

Nessun commento:

Posta un commento