L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 3 aprile 2022

I commando e gli ufficiali di collegamento dei paesi della NATO che operano a Kharkov non saranno protetti dalle Convenzioni di Ginevra e saranno quindi distrutti

Gli attacchi russi a Marinka e l'inizio di una nuova fase
Strategika51 03/04/2022


Ridistribuzione delle forze russe dalle regioni di Kiev e Chernigov a Sumy e Kharkov, attacchi aerei mirati alla logistica delle forze ucraine nel centro e nell'est del paese e un oltraggio senza precedenti in Russia per il trattamento estremamente barbaro dei prigionieri di guerra russi da parte dei fascisti radicali ucraini ... Tutti gli elementi sono raccolti per credere che la nuova fase miri a tagliare l'Ucraina in due concentrando gli sforzi a est e sud-est in preparazione di Novorossya.

Gli attacchi russi hanno preso di mira un'infrastruttura industriale vicino a Marinka con munizioni non identificate.

Tuttavia, sembra che l'attuale priorità delle forze russe sia Kharkov, la seconda città più grande dell'Ucraina.

Secondo fonti russe, i commando e gli ufficiali di collegamento dei paesi della NATO che operano a Kharkov non saranno protetti dalle Convenzioni di Ginevra e saranno quindi distrutti.

Avvertimenti da parte russa sono stati inviati a molti comuni dell'Ucraina orientale e centrale sull'imminenza di un'offensiva russa. Questi avvertimenti raccomandano che le popolazioni civili lascino l'area e si rifugino lontano dalle zone di combattimento.

Nessun commento:

Posta un commento