L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 3 aprile 2022

il raid in elicottero su un impianto industriale a Belgorod, in Russia, non è stato effettuato dalle forze ucraine ma da un gruppo di sabotatori dei servizi speciali anglostatunitensi particolarmente attivi in Ucraina


Il raid di Belgorod è una risposta al fallimento dell'operazione Mariupol
Strategika51 02/04/2022


Secondo rapporti non confermati, il raid in elicottero d'attacco mi-24 "coccodrillo" su un impianto industriale a Belgorod, in Russia, non è stato effettuato dalle forze ucraine ma da un gruppo di sabotatori dei servizi speciali americani e britannici particolarmente attivi in Ucraina. Questo attacco sarebbe una risposta all'amaro fallimento dell'operazione per esfiltrare agenti dei servizi speciali dei paesi della NATO distaccati presso il reggimento "Azov" a Mariupol. Uno degli elicotteri Mi-8 che hanno partecipato a questa operazione è stato abbattuto da un missile terra-aria portatile "Stinger" di fabbricazione statunitense catturato dalle forze russe. Il Mi-8 abbattuto da uno Stinger aveva a bordo 17 persone, 15 delle quali perirono. I due sopravvissuti furono catturati dalle forze russe. Uno di loro ha menzionato la presenza di dozzine di elementi dei servizi speciali occidentali travestiti da volontari internazionali a Mariupol e altrove in Ucraina.

Poco dopo questa operazione, il capo dell'intelligence militare francese è stato licenziato, ufficialmente per non aver anticipato l'operazione militare russa in Ucraina il 24 febbraio 2022.

Un'anonima fonte di intelligence tedesca afferma che sono stati i servizi speciali britannici a compiere questo audace attacco con l'obiettivo di prolungare la guerra in Ucraina.

In Germania, un ufficiale dell'intelligence militare è stato accusato di spionaggio per la Russia. La Germania è sottoposta a enormi pressioni per aumentare le sue forniture di armi all'Ucraina e accettare che la sua economia crollerà senza le forniture di gas russo. Questo spiega la resistenza silenziosa a questa pressione da parte di Washington e Londra all'interno del BND tedesco.

Londra ha accusato la Russia di aver creato un attacco sotto falsa bandiera sul proprio territorio per giustificare un'escalation del conflitto.

La Legione straniera ucraina, che fungeva da schermo per il dispiegamento di commando delle forze speciali statunitensi e britanniche, non è più operativa. Oltre alla mancanza di armi e attrezzature disponibili principalmente per le forze ucraine, il comando militare ucraino si è lamentato della totale mancanza di esperienza militare di veri volontari stranieri.

La Russia potrebbe tagliare il gas ai Paesi Baltici, alla Germania e alla Gran Bretagna in qualsiasi momento. Allo stesso tempo, riducendo la sua forza lavoro in Ucraina e aumentando la sua portata e potenza, dimostra che rimane preparato per un conflitto più ampio con altri paesi e che l'operazione in Ucraina mobilita meno del 15% delle sue capacità. Questo è qualcosa che molti analisti militari occidentali non sono riusciti a percepire, a causa della propaganda di guerra.

Nessun commento:

Posta un commento