L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 20 aprile 2022

La Cina e la Russia sempre più alleate

Cina-Russia: il legame si consolida. Le novità

20 Aprile 2022 - 08:36

Le relazioni Cina-Russia si rafforzano, come dichiarato ufficialmente dopo un incontro tra alti funzionari delle due potenze. Nel pieno della guerra, Pechino e Mosca si confermano alleati strategici.


Non sarà la Cina a isolare la Russia nell’attuale contesto di guerra ucraina e sanzioni occidentali contro Mosca.

I legami tra i due Paesi restano solidi e la partnership strategica, commerciale e non solo, continuerà a rafforzarsi stando alle ultimissime dichiarazioni di un alto diplomatico.

Nonostante le crescenti preoccupazioni per i crimini di guerra di Vladimir Putin in Ucraina, le relazioni tra Cina e Russia non conoscono crisi. Irritando gli Usa e l’occidente. Le novità.

La Cina e la Russia sempre più alleate

Il viceministro degli Esteri cinese Le Yucheng ha chiesto di approfondire i legami in una serie di campi durante un incontro di lunedì a Pechino con l’inviato russo Andrey Ivanovich Denisov, secondo una dichiarazione del ministero degli Esteri cinese.

L’alto funzionario ha affermato che un aumento di quasi il 30% degli scambi commerciali tra le nazioni durante i primi tre mesi del 2022 dimostra “la grande resilienza e il dinamismo interno della cooperazione bilaterale”.

Nel primo trimestre 2022 gli scambi tra i due Paesi sono cresciuti e in gran parte questo balzo è avvenuto prima dell’invasione dell’Ucraina. Le esportazioni cinesi verso la Russia sono invece crollate a marzo al livello più basso dalla metà del 2020, secondo i dati pubblicati la scorsa settimana.

Le crescenti sanzioni contro Mosca da parte di molte nazioni, il calo della valuta russa e gli sforzi degli Stati Uniti per impedire alla Russia di utilizzare il dollaro hanno probabilmente spinto le aziende cinesi a trattenere le esportazioni.

Tuttavia, il legame resta più vivo che mai, anche nelle intenzioni politiche. Per esempio, l’export cinese di allumina verso la Russia è cresciuto di oltre 90 volte a marzo rispetto allo stesso periodo dell’anno prima, come mostrano i dati doganali del 20 aprile, poiché le sanzioni hanno interrotto alcune delle forniture tradizionali russe.

A marzo, la Cina ha spedito 9.949 tonnellate di allumina in Russia, rispetto alle 104,5 tonnellate dello stesso mese del 2021, secondo l’Amministrazione generale delle dogane.

“Non importa come il panorama internazionale possa cambiare, la Cina continuerà a rafforzare il coordinamento strategico con la Russia per una cooperazione vantaggiosa per tutti, a salvaguardare congiuntamente gli interessi comuni dei due Paesi e a promuovere la costruzione di un nuovo tipo di relazioni internazionali e di una comunità con un futuro condiviso per l’umanità”, ha detto Le nella dichiarazione rilasciata alla fine di martedì.

Nessun commento:

Posta un commento