L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 18 aprile 2022

La Germania, già ha messo al sicuro il suo oro da almeno un anno, la Francia dal 2016 e vuole diventare un hub di commercializzazione di questo metallo

La Francia ha rimpatriato tutto il suo oro monetario

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
DOMENICA, APR 17, 2022 - 02:10 PM

Di Jan Nieuwenhuijs di Gainesville Coins

La banca centrale francese ha segretamente rimpatriato 221 tonnellate di oro tra il 2013 e il 2016. Da allora, tutto il suo oro monetario è conservato a La Souterraine a Parigi. Il rimpatrio di tutto l'oro è legato all'obiettivo della Francia di rinnovare Parigi come centro di commercio dell'oro.

Introduzione alla tendenza al rimpatrio dell'oro

Gold’s role in international finance and geopolitics has changed dramatically since 2008. The Great Financial Crisis reminded central banks of radical uncertainty and the humbling aspect of risk. Instead of net sellers, central banks have turned into net buyers of gold, steadily purchasing more than 400 tonnes a year. (Il ruolo dell'oro nella finanza internazionale e nella geopolitica è cambiato radicalmente dal 2008. La Grande Crisi Finanziaria ha ricordato alle banche centrali l'incertezza radicale e l'aspetto umiliante del rischio. Invece di venditori netti, le banche centrali si sono trasformate in acquirenti netti di oro, acquistando costantemente più di 400 tonnellate all'anno).

Most European central banks own relatively more gold than their Asian peers. Thus, some European governments haven’t bought additional metal but have instead reassessed their gold policy. (La maggior parte delle banche centrali europee possiede relativamente più oro delle loro omologhe asiatiche. Pertanto, alcuni governi europei non hanno acquistato metallo aggiuntivo, ma hanno invece rivalutato la loro politica sull'oro).

In 2013 the German central bank was the first to announce it would repatriate gold from the Banque de France (BdF, “Bank of France”) and the Federal Reserve Bank of New York. Eventually it would have 50% of its gold stored in Germany. The other half would be left in New York and London. According to the German central bank their gold policy serves three objectives: cost efficiency, security, and liquidity (Nel 2013 la banca centrale tedesca è stata la prima ad annunciare che avrebbe rimpatriato l'oro dalla Banque de France (BdF, "Bank of France") e dalla Federal Reserve Bank di New York. Alla fine avrebbe immagazzinato il 50% del suo oro in Germania. L'altra metà sarebbe rimasta a New York e Londra).

Secondo la banca centrale tedesca, la loro politica sull'oro ha tre obiettivi: efficienza dei costi, sicurezza e liquidità.

Cost efficiency has to do with storage costs at different locations. Security is about the safety of vaults and in which country the vaults are located. How much is a country willing to store abroad? Liquidity involves holding bars in liquid marketplaces such as London, i.e., to efficiently swap metal for foreign exchange in times of emergency (L'efficienza dei costi ha a che fare con i costi di stoccaggio in luoghi diversi. La sicurezza riguarda la sicurezza dei caveau e in quale paese si trovano i caveau. Quanto è disposto a immagazzinare un paese all'estero? La liquidità implica la detenzione di barre in mercati liquidi come Londra, ovvero per scambiare in modo efficiente metallo con valuta estera in tempi di emergenza).

After Germany, other countries such as the Netherlands and Austria followed by repatriating monetary gold. There has been no official news from France (Dopo la Germania, altri paesi come i Paesi Bassi e l'Austria seguirono il rimpatrio dell'oro monetario. Non ci sono state notizie ufficiali dalla Francia).

Quando la Francia rimpatriò il suo oro

Alla conferenza della London Bullion Market Association (LBMA) nel 2013, uno dei relatori principali è stato il direttore delle operazioni di mercato di BdF, Alexandre Gautier. Nella diapositiva 15 della sua presentazione possiamo vedere bdF immagazzinato il 91% delle sue 2.435 tonnellate a Parigi all'epoca e il 9% "all'estero".

Attualmente, possiamo leggere sul sito web di BdF che tutto il suo oro è conservato nel suo caveau a Parigi. L'oro immagazzinato all'estero deve essere stato rimpatriato dopo il 2013. Sapere esattamente quando è impossibile. Per uno, perché BdF non risponde alle e-mail relative a questo argomento. In secondo luogo, i dipendenti BdF che rispondono al telefono non parlano inglese.

La prima istantanea scattata dalla Way Back Machine della pagina web BdF di cui sopra, tuttavia, è del 6 ottobre 2017. E in fondo a quell'istantanea, si legge: "Aggiornato il: 12/08/2016". BdF ha quindi rivelato per la prima volta che tutto il suo oro è a Parigi entro la fine del 2016. Pertanto, BdF deve aver rimpatriato 221 tonnellate (9% di 2.435 tonnellate) tra il 2013 e il 2016.

Molto probabilmente la Francia è stata rimpatriata dal Regno Unito. Nel 1960 la Francia era il critico più esplicito degli Stati Uniti, che stampavano molti più dollari rispetto all'oro che avevano a sostegno di quei dollari. La Francia convertì aggressivamente i dollari in oro e premeva per una riforma del sistema monetario internazionale. Qualsiasi oro francese immagazzinato in un mercato liquido all'estero dopo Bretton Woods era probabilmente a Londra.

Rilanciare Parigi come centro di trading dell'oro

Nel 2018, il secondo vice governatore del BdF, Sylvie Goulard, ha pubblicato un articolo sulla rivista della LBMA Alchemist: "Banque de France e Gold: Past and Future". Goulard elogia Parigi come uno dei principali centri di trading dell'oro, vicino a Londra e New York, durante il gold standard. E "la crisi finanziaria [nel 2008] ha agito come un campanello d'allarme per l'oro", scrive, che "si è rivelata un'opportunità per l'oro e per la Banque de France".

Condivide che dal 2009 BdF ha aggiornato tutto il suo oro monetario agli standard LBMA Good Delivery. Nel moderno mercato all'ingrosso dell'oro occidentale centrato a Londra tutti i lingotti soddisfano gli stessi criteri - LBMA Good Delivery - per facilitare il trading. Tutte le barre che non aderiscono a questo standard verranno scambiate con uno sconto, che può aumentare durante una crisi.

Le barre LBMA Good Delivery devono pesare tra 350 e 430 once troy fini, con una finezza non inferiore a 995 parti per mille. Immagine gentilmente concessa da Valcambi

La banca centrale francese si è assicurata che tutto il suo oro possa essere distribuito nel mercato all'ingrosso, se lo desidera. Inoltre, Goulard scrive:

"As well as upgrading its stock, the Banque de France is taking various other steps to ensure it meets LBMA criteria. All large bars are weighed on electronic scales which allow the Banque to check that the weight meets the LBMA standards for accounting purposes. The renovation of the historical vaults housing the gold reserves [in Paris] has nearly been completed: the floor will be able to support heavy forklift trucks, and intermediary shelves have been inserted between the existing shelves to ensure the gold is only stacked five bars high, making handling easier. Other storage facilities will be available soon: either strong rooms for storing bare bars on shelves or large vaults to store sealed pallets, facilitate handling, transportation and auditing. By the end of the year, a new IT system will be in place to improve our ability to respond to market operation needs and other custody services ("Oltre ad aggiornare le sue scorte, la Banque de France sta adottando varie altre misure per garantire che soddisfi i criteri LBMA. Tutte le barre di grandi dimensioni vengono pesate su bilance elettroniche che consentono alla Banque di verificare che il peso soddisfi gli standard LBMA a fini contabili.

La ristrutturazione delle volte storiche che ospitano le riserve auree [a Parigi] è quasi completata: il pavimento potrà sostenere pesanti carrelli elevatori e sono stati inseriti scaffali intermedi tra gli scaffali esistenti per garantire che l'oro sia accatastato solo cinque barre di altezza , facilitando la manipolazione.

Presto saranno disponibili altre strutture di stoccaggio: o sale forti per lo stoccaggio di barre nude sugli scaffali o grandi caveau per immagazzinare pallet sigillati, facilitare la movimentazione, il trasporto e l'audit. Entro la fine dell'anno sarà implementato un nuovo sistema IT per migliorare la nostra capacità di rispondere alle esigenze operative del mercato e ad altri servizi di custodia).

"Building on its long experience in managing its gold reserves, in 2012, the Banque de France began to extend its range of gold services to reserve managers. In addition to offering custody of physical gold in its vault in Paris, the Banque de France can buy and sell gold on the spot markets for its institutional customers, using its execution expertise. It can also offer gold swaps either for the purpose of using gold as collateral for deposits, which has been happening more and more since the Basel III framework recognised gold as eligible collateral, or for the purpose of raising foreign currency cash against gold. Finally, foreign central banks can engage in gold lease transactions with the Banque de France as principal, in order to increase the return on their gold holdings without increasing their counterparty risk ("Sulla base della sua lunga esperienza nella gestione delle sue riserve auree, nel 2012 la Banque de France ha iniziato ad estendere la sua gamma di servizi in oro ai gestori di riserve. Oltre a offrire la custodia di oro fisico nel suo caveau di Parigi, la Banque de France può comprare e vendere oro sui mercati spot per i propri clienti istituzionali,

utilizzando la sua esperienza di esecuzione. Può anche offrire gold swap sia allo scopo di utilizzare l'oro come garanzia per i depositi, cosa che sta accadendo sempre più da quando il quadro di Basilea III ha riconosciuto l'oro come garanzia idonea, sia allo scopo di raccogliere denaro contante in valuta estera contro l'oro. Infine,

le banche centrali estere possono effettuare operazioni di locazione dell'oro con la Banque de France come principale, al fine di aumentare il rendimento delle loro partecipazioni in oro senza aumentare il rischio di controparte)

"While these gold investment services have until now only been offered from London, it recently became possible for the Banque de France to offer them also from Paris, thanks to a partnership with a large commercial bank that is active in the gold market. As a result, with the improvements in the Banque de France’s vaults, and the innovations in its service offering, Paris could gradually re-emerge as a key marketplace for gold." ("Sebbene questi servizi di investimento in oro fino ad ora fossero offerti solo da Londra, recentemente è stato possibile per la Banque de France offrirli anche da Parigi, grazie a una partnership con una grande banca commerciale attiva nel mercato dell'oro. risultato, con il miglioramento delle volte della Banque de France,

e le innovazioni nella sua offerta di servizi, Parigi potrebbe gradualmente riemergere come un mercato chiave per l'oro".)

After Goulard’s article was published it became clear that JP Morgan has an account at BdF. Through bullion banks BdF is better connected to the greater gold market (Dopo la pubblicazione dell'articolo di Goulard è diventato chiaro che JP Morgan ha un account presso BdF. Attraverso le banche di lingotti, BdF è meglio collegata al grande mercato dell'oro).

Pile di lingotti d'oro conservati in un caveau della Banca della Federal Reserve di New York

Alle banche centrali straniere che immagazzinano oro a Parigi vengono offerti servizi come il trading, il prestito e lo scambio di oro. Da un insider del settore ho sentito che negli ultimi anni le banche centrali hanno scambiato dollari USA per oro al BdF. Occasionalmente, il tasso di swap sull'oro era più alto del tasso di interesse del dollaro USA. Detenere oro, per tutto il tempo in cui lo swap è concordato, non comporta alcun rischio di controparte.

Alcuni analisti ipotizzano che la trasformazione di Parigi in un nuovo centro di trading dell'oro sia dovuta principalmente alla Brexit. Sicuramente, il voto sulla Brexit del 23 giugno 2016 ha rafforzato le ambizioni di BdF di sviluppare un mercato locale dell'oro, ma queste ambizioni sono nate molto prima che il Regno Unito decidesse di lasciare l'UE.

Come menziona Goulard, BdF ha iniziato ad aggiornare il suo metallo nel 2009 e "nel 2012, la Banque de France ha iniziato ad estendere la sua gamma di servizi in oro ai gestori delle riserve". È possibile, tuttavia, che BdF abbia raddoppiato le sue ambizioni rimpatriando il suo metallo da Londra poco dopo il voto sulla Brexit.

Comunque sia, la banca centrale francese ha visto un enorme potenziale per l'oro subito dopo il 2008. Sulla base dell'articolo di Goulard, la mia valutazione è che BdF si aspetta che il ruolo dell'oro nel sistema finanziario aumenti. Perché altrimenti aggiornare tutto l'oro francese, rivedere il caveau, istituire un nuovo sistema IT e sviluppare una serie completa di servizi di trading per le banche centrali straniere a Parigi?

https://www.zerohedge.com/commodities/france-has-repatriated-all-its-monetary-gold?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=608

Nessun commento:

Posta un commento