L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 7 aprile 2022

Militari anglostatunitensi/NATO a Mariupol a combatter insieme ai nazisti, se diventa di pubblico dominio una figura di m. che manda a casa la retorica della libertà della democrazia, dei buoni e dei cattivissimi

A Mariupol assediato dai russi un generale americano
Maurizio Blondet 6 Aprile 2022

Già il 4 elicottero ucraino che cerca di atterrare tra gli asserragliati della Azov a M ariuopl e viene abbattuto, mi segnala un collega ed amico, Andrea G. “Evidentemente ci sono personaggi importanti che stanno cercando di mettere in salvo ad ogni costo, forse americani o francesi. Qualcuno che deve essere assolutamente portato via. Forse non vogliono che si scopra quanti uomini Nato ci sono a dirigere le operazioni, a pochi giorni dalle elezioni francesi tra l’altro”.

Il fatto è confermato. Il 4 aprile, Avia.Pro rilevava :
Due elicotteri dell’aeronautica ucraina sono stati abbattuti mentre cercavano di evacuare i comandanti Azov e gli ufficiali della NATO

Altri due elicotteri da evacuazione Mi-8 dell’aviazione ucraina sono stati abbattuti vicino a Mariupol.

“Un altro tentativo delle Forze armate ucraine di effettuare l’evacuazione di membri del reggimento Azov , mercenari e ufficiali della NATO, ha portato alla distruzione di due elicotteri militari ucraini. Questi ultimi sono stati abbattuti alla periferia di Mariupol durante un volo di evacuazione.

Al momento non si sa cosa sia successo agli ucraini a bordo ddegli elicotteri, tuttavia ci sono prove che, come prima, l’elicottero potesse trasportare rappresentanti dell’intelligence occidentale o anche alti ufficiali delle forze speciali, come è successo con un gruppo di ufficiali francesi, elicottero con il quale fu abbattuto sul Mar d’Azov.

La parte ucraina non ha ancora commentato la perdita di due elicotteri, tuttavia, dati i tentativi in ​​corso di evacuazione di membri del reggimento Azov, mercenari stranieri e ufficiali attivi della NATO, gli esperti ritengono che ciò sia di una certa importanza per Kiev.


Durante l’assalto in corso a Mariupol, diverse decine di ufficiali attivi della NATO e dei paesi europei, che non sono ufficialmente presenti sul territorio dell’Ucraina, sono caduti in un fitto accerchiamento. Come si è scoperto, tra gli ufficiali circondati ci sono soldati provenienti da Francia, Germania, Gran Bretagna, Polonia, Stati Uniti e Svezia (non un membro della NATO – ndr).

Si parla di più di 20 ufficiali stranieri. 
Ciò solleva una serie di domande sul fatto che gli ufficiali siano stati inviati dalla NATO specificamente per assistere le forze armate ucraine ei nazionalisti.

Come è riuscita a scoprire l’agenzia di informazione e stampa Avia.pro, un gruppo di ufficiali della NATO è completamente bloccato in uno dei siti dell’impresa AzovStal. Allo stesso tempo, si sa di diversi tentativi di negoziare con militari stranieri, tuttavia, non si sa esattamente con cosa si siano conclusi i negoziati.

Poche ore fa, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha annunciato che le truppe della NATO non sarebbero state inviate in Ucraina, tuttavia, il capo dell’Alleanza del Nord Atlantico non ha commentato la situazione attuale.

Corre voce che l’uomo da far assolutamente esfiltrare da Mariopol – più precisamente dalla mega acciaieria Azovstal dove sono asserragliati – o meglio, assediati – dozzine di “istruttori” NATO sia un generale americano, il gemerale Roger Coutlier .

Ecco come la racconta un altro sito russo, Politikus. La traduzione automatica è responsabile dei passi poco chiari.

Il 5 aprile sono stati abbattuti due elicotteri militari ucraini, che cercavano di sfondare il blocco a Mariupol il 28 marzo

– 1 lato sul mare, a 5 km dalla costa. 31 marzo –

2 auto ? (una sul mare, l’altra vicino al villaggio di Rybatskoye).

5 aprile – altri 2 elicotteri.

Considerando che sono rimasti solo 50-60 elicotteri per l’intero esercito ucraino, si tratta di perdite molto gravi per le loro forze armate. Ma i piloti di elicotteri sono mandati ostinatamente a tentare e ritentare e sfidare il pericolo in città.

La domanda è: chi stanno cercando così tanto di esfiltrare? Il comando dei nazisti “Azov” – questo è comprensibile.

Ma sappiamo per certo che a Mariupol, ufficiali della NATO provenienti da Francia, Germania, Gran Bretagna e Svezia “neutrale” sono rimasti bloccati ad Azovstal.

“Ora si stanno mettendo in contatto con le truppe russe con la richiesta di aiutarle a partire, di organizzare un corridoio per l’uscita “, riferisce un giornalista tedesco di nome Vladimirov.

La notizia deve essere trattata con cautela: non ho mai sentito parlare di un giornalista del genere prima, ma il messaggio sembra essere vero. Almeno durante le esercitazioni autunnali delle forze armate ucraine nel settembre 2021, si trovava nel campo di addestramento nell’area di Urzuf (sulla costa del Mar d’Azov, al confine tra le regioni di Donetsk e Zaporozhye) che il posto di comando del comando delle forze d’assalto aviotrasportate delle forze armate ucraine era dispiegato e c’erano ufficiali provenienti da Gran Bretagna, Canada e Svezia. Sì, e le unità lì erano britanniche e svedesi, si esercitavano insieme agli ucraini della 36a brigata di marines.

E’ per questo che , Macron chiama freneticamente Putin, ha le elezioni il 10 aprile e il distacco da Le Pen è solo del 3%.

Se ora viene fuori poco prima delle elezioni che i francesi ci sono, allora su Macron si riverseranno tonnellate di m.

Altra notizia non confermata a Mosca, ma basata su fonti straniere: informazioni sulla cattura da parte dell’esercito russo a Mariupol del tenente generale dell’esercito americano Roger L. Cloutier stanno circolando sul segmento estero di Internet. Il Pentagono non conferma né smentisce queste informazioni.

Le informazioni principali provenivano da Kiev da un americano che lavorava lì, così come la notizia è stata pubblicata sul portale statunitense Hal Turner Radio show.

La notizia sembra troppo bella per essere vera. Ma ancora, proviamo a ragionare. Se il generale fosse a Mariupol, potrebbe fornire comunicazioni con il sistema di trasmissione dati AWACS, agire come “consigliere” e lavorare con le informazioni ricevute dai satelliti americani.

Il generale ha radici di famiglia francesi, e ci sono prove evidenti che i mercenari della legione francese operassero a Mariupol, che furono sconfitti ei loro resti si ritirarono nell’area portuale della città. Un altro punto a conferma di ciò sono due istruttori stranieri trovati a bordo di un elicottero ucraino che è stato evacuato senza successo dall’area portuale due giorni fa, ed è stato abbattuto da un missile Stinger preda di guerra della milizia del Donbass. Qui sotto, i resti dell’elicottero dove sono stati trovati i corpi dei due ufficiali francesi insisme a comandati del battagione Azov, che i francesi cercavano di far evaciuare dall’assedio in cui sono chiudi.
Video Player

Video Player
00:00

I portali francesi hanno iniziato a ristampare le informazioni da GALLIA DAILY sulla morte di almeno due compatrioti di alto rango vicino a Mariupol. Funzionari francesi negano tutto, ma il luogo dell’incidente è stato visitato da giornalisti cinesi che hanno confermato la presenza di documenti francesi sui corpi. Dai documenti risulta che i morti lavoravano nella DGSE, la direzione generale per la sicurezza esterna della Francia.


Le ultime notizie dicono che, effettivamente,

Un certo numero di ufficiali dei paesi della NATO (Francia, Germania, Gran Bretagna) e della Svezia “neutrale”, che si trovano insieme ai nazisti di “Azov” sul territorio dell’impresa Azovstal a Mariupol, hanno contattato l’esercito russo e hanno chiesto un corridoio per farli uscire.

Un’altra informazione che i media non vi daranno è:
Putin ha rovinato in Ucraina lo sporco business di uteri in affitto .

Titolo originale:

Putin libera 35mila bambini incarcerati in Ucraina

Di Michele Baxter-5 aprile 2022

Il presidente russo Vladimir Putin sabato ha detto a Donald J. Trump [dunque si telefonano] che la sua “operazione militare speciale” in Ucraina aveva liberato 35.000 bambini dalla servitù a contratto in quello che ha definito “il nesso dell’Europa orientale per la vendita mondiale di bambini particolarmente piccoli, neonati”

Il motivo originale per entrare in Ucraina è stato quello di cancellare i laboratori di armi biologiche finanziati da Stati Uniti, Europa occidentale e Israele. Ma quando le forze speciali russe, o Spetznas, si sono imbattute accidentalmente in un accampamento di pedofili nell’Ucraina centrale e hanno appreso che centinaia di tali strutture erano sparse nel territorio ucraino, Putin ha sostenuto una nuova causa: schiacciare ogni pedofilo “sporcizia e feccia” e radere al suolo ogni giro infernale del traffico di bambini infestando il “paese senza Dio”.

[In realtà, sappiamo che i bambini nati dagli uteri ucraini in affitto di donen povere vengono venduti anche a coppie eterosessuali ricche e sterili, non solo a coppie sodomiti – e che questi non lo fanno necessariamente a scopi pedofili, ma per pagarsi “le gioie della maternità”]

Sabato, Putin ha rivelato a Trump che circa 35.000 bambini , sono stati liberati dalla schiavitù sessuale dopo che le sue forze hanno identificato e preso di mira 150 congreghe di trafficanti.

“Queste liberazioni sono state per lo più effettuate da Spetznaz russi. Putin ha detto a Trump che non poteva bombardare arbitrariamente i campi perché non aveva modo di sapere se ci fossero bambini all’interno o anche se i trafficanti di bambini stavano ancora supervisionando le operazioni. In molti luoghi, i trafficanti erano fuggiti a causa della guerra, lasciando i bambini a badare a se stessi”, ha detto la nostra fonte.

Non tutti i covi dei trafficanti, tuttavia, erano nascosti in aree remote e inaccessibili della campagna ucraina.

Secondo Putin, le forze speciali hanno trovato un vasto sindacato di traffico di bambini in un edificio per uffici a soli due isolati dalla sede del governo, di Volodymyr Zelenskyy, nel centro di Kiev. Spetznas si è infiltrato nella struttura, ha ucciso 8 trafficanti e ha assistito a una scena davvero raccapricciante: sessantacinque bambini sono erano rinchiusi in gabbie anguste.

Inoltre, Putin ha detto che Spetznas ha recuperato un registro polveroso da un deposito nel porto di Mariupol. I trafficanti di bambini avevano convertito l’edificio in un centro di elaborazione da cui i bambini erano stati spediti dentro e fuori l’Ucraina. Il libro mastro, ha detto Putin, conteneva nomi inventati, date, sesso ed età dei bambini che i trafficanti avevano spedito fuori dal paese. La prima data nel libro mastro era il 2 marzo 2005.

“È incredibile, assolutamente incredibile, da quanto tempo questo accade”, secondo quanto riferito Trump ha detto a Putin. “Quello che stai facendo è incredibile, davvero incredibile, ma il mondo semplicemente non ci crede.”

RRN, editore indipendente.

Nessun commento:

Posta un commento