L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 12 maggio 2022

11 maggio 2022


 Due Ma Non Due, è la storia di persone accomunate dall’impegno a dare valore alla propria vita. Il docufilm si svolge tra le montagne dell’Alta Val d’Agri, in Basilicata.

La famiglia Volpe alleva mucche podoliche che pascolano nei boschi e danno il latte solo se hanno accanto il loro vitello. Rodrigo è un artista che cerca un muro per realizzare un dipinto che serva a rafforzare l’identità di quel luogo attraverso la tradizione e i simboli condivisi. Giovanni e Benedetta hanno un ranch dove i cavalli vengono addestrati attraverso una relazione basata su un tale rispetto che gli animali sono ormai in grado di trasformare in meglio gli stati vitali di qualsiasi cliente. Sono le storie di persone accomunate dalla consapevolezza di una non dualità tra sé e l’ambiente, tra la nostra decisione e il luogo in cui viviamo. Due Ma Non Due, regia di Iacopo Patierno, scritto da Federica Sozzi è prodotto da Jacopo Fo Film (Gruppo Atlantide) con il patrocinio della Lucana Film Commission e dei Comuni del territorio e il sostegno di Eni, e si colloca all’interno del progetto CuoreBasilicata. 𝐃𝐮𝐞 𝐦𝐚 𝐧𝐨𝐧 𝐝𝐮𝐞 ha vinto il LOG TO GREEN MOVIE AWARD nel corso del Festival del Cinema di Venezia è stato proiettato in anteprima al Teatro Litta a Milano nel corso del Visioni dal Mondo - Milano oltre che in anteprima nei Comuni protagonisti del progetto CuoreBasilicata.

Nessun commento:

Posta un commento