L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 18 giugno 2022

Ormai la Bce non fa più notizia, mentre la Fed è partita in quarta

BCE FED BANCHE CENTRALI… MANICOMIO!

Scritto il  alle 09:08 da icebergfinanza

CRISI FINANZIARIA: PSICOPATICI IN AZIONE! - icebergfinanza

C’è ben poco da scrivere oggi, viviamo in un manicomio, sia a livello politico che a livello economico finanziario, le banche centrali ieri protagoniste, prima la BCE, poi in serata la Fed…

La Bce annuncia un nuovo scudo europeo per evitare la ”frammentazione”, faranno qualunque cosa e credete loro, sarà abbastanza?

Ci sono solo 2 possibilità, o i mercati sono pieni di idioti, fessi, gente che non capisce nulla o i furbi, hanno il dominio.

In molti hanno fatto un sacco di soldi in questi giorni comprando i nostri titoli di Stato a sconto, a prezzi di saldo, ma la BCE, ieri, non ha detto nulla di diverso di quello che aveva detto giovedi, il manichino Lagarde, lo scudo sarebbe arrivato comunque.

Hanno vinto i furbi, hanno perso i fessi come sempre!

Vi facciamo vedere cosa avevamo suggerito a inizio anno, sullo spread in OUTLOOK 2022.

Questo è la previsione alla fine del 2021, lassù in cima in epoca non sospetta, 252 sullo spread, potete cliccare sull’immagine per ingrandire…

252,3 era il massimo previsto a fine 2021 dalla cinematica e 252,7 è stato il massimo!

Credetemi, non finirò mai di sbalordirmi di come l’econofisica ha sequestrato i mercati, onore al merito al lavoro del nostro Puntosella, spettacolare!

252,7… e pensare che Puntosella aveva proposto la sua esperienza e la sua competenza ad alcune importanti realtà italiane, tutte nessuna esclusa, hanno sorriso con sufficienza!

Ma torniamo a noi e allo scudo BCE!

Non mi interessa raccontarvi come funzionera e se funzionera, quello che mi interessa farvi notare è questo…

“Nel mio compito attuale molto lavoro avviene sulla base di aspettative di azioni future”, ha spiegato. “Le crisi arrivano sempre in fasi di profonda incertezza, perché non sono mai le stesse e con l’incertezza devi avere coraggio. Il coraggio di agire anche quando non hai tutte le informazioni e il coraggio di cambiare, quando i fatti diventano chiari”.

“Le crisi – secondo Lagarde – richiedono decisioni audaci e menti flessibili, ma non possono autorizzare qualunque azione. Bisogna attenersi ai mandati ricevuti. E ti devi attenere non solo alla lettera, ma allo spirito del mandato”. Secondo la presidente Bce, questo richiede anche “compassione verso il pubblico che servi”. “E l’umiltà – ha ripetuto – di saper cambiare rotta quando necessario”.

Il mandato? Mancano dati? Non hai informazioni? Ma per favore!

Ma veniamo alla Fed, era dal 1994 che non si registrava un simile aumento, hanno bisogno di alzarli il più possibile, sanno che il prossimo giro finiranno sotto il livello dello zero come in Giappone, come in Europa.

Il dollaro ieri è tornato vicino ai minimi annuali, pronto a correre verso la parità!

Immagine

Iniziamo dalla prima dichiarazione del Fomc…

L’attività economica complessiva sembra essersi ripresa dopo il rallentamento nel primo trimestre.

Ripresa dove, ma li leggono i dati loro, qui il Gdo now della Fed di Atlanta…

Immagine

A zero anche il 2° trimestre!

Immagine

L’inflazione ha accelerato e i consumi hanno faticato a tenere il passo con l’inflazione. Le vendite al dettaglio negative per 0,3% e al netto dell’inflazione, sono diminuite dell’1,2%.

Ma non è finita qui. Powell ha suggerito che il mercato immobiliare si sta ”ammorbidendo”!

Si con i tassi a 30 anni esplosi sopra il 6%!

Immagine

Sembra tutto, come sempre, sembra essersi ripresa la crescita, sembra essere resistente il mercato immobiliare, ovvero come sempre condizionale.

Sembra qualunque cosa, ma non hanno in coraggio di dire che sanno che l’America è in recessione, figurarsi se lo dicono quando Biden deve affrontare le elezioni di midterm, non possono, stanno alzando i tassi il più in fretta possibile perchè sanno che servono almeno 4/5 punti di spazio al ribasso in una recessione!

Fed Raises Rates Half a Point as It Tries to Tame Inflation - The New York Times

Nel frattempo la Russia taglia il gas a Germania e Italia, in America il numero 2 Freemont nella produzione di gas ha annunciato che il completamento di tutte le riparazioni necessarie per ripristinare la produzione dopo un incendio e il ritorno alle operazioni complete dell’impianto non è previsto fino alla fine del 2022.

Il gas europeo è esploso  del 16% mentre quello americano è crollato in soli 30 minuti del 17%, brutte notizie visto che abbiamo puntato sull’America per avere gas.

Macron suggerisce che l’Ucraina prima o poi dovrà sedersi intorno a un tavolo, le ultime elezioni non sono andate bene, c’è aria di tempesta nell’economia, sarà un autunno di fuoco e un inverno glaciale!

Nell’ultima settimana abbiamo suggerito più volte di fare attenzione, i soliti noti si sono scatenati. Ora numerosi supporti di breve sono stati abbattuti. Si scende ancora, poi ci sarà una reazione… l’ultima prima della tempesta estiva!

Come suggerito questa è l’ultima occasione per rientrare al porto prima della tempesta estiva, a tutti coloro che in questi mesi si sono rivolti a noi per una consulenza è il momento di tirare i remi in barca per l’azionario.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.


https://icebergfinanza.finanza.com/2022/06/16/bce-fed-banche-centrali-manicomio/

Nessun commento:

Posta un commento