L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 7 luglio 2022

Distruggere l'agricoltura dei piccoli

Bill Gates dietro la distruzione dell’ Olanda agricola



Come sappiamo soprattutto dal web perché il mainstream è parco di notizie, in Olanda la protesta degli allevatori, agricoltori e pescatori non si ferma e la polizia oltre ad usare blindati e cannoni ad acqua ha anche sparato colpi di pistola contro i manifestanti: certo è straordinaria la determinazione dei servi del grande capitale nel difendere i profitti e le distopie dei loro padroni, specie se poi ci guadagnano anche la mancetta. Di questa assurda guerra all'azoto come gas serra che è cominciata in Olanda avevo già parlato qualche giorno fa in un post titolato La distruzione controllata dell’agricoltura europea come di un perfetto esempio dell’uso strumentale di temi pseudo ambientali utilizzati per il reset dell’ economia Ma ora posso aggiungere un piccolo e gustoso aneddoto che tuttavia è rivelatore della realtà sottostante infame, ma allo stesso tempo così banale da essere sconcertante: Il ministro olandese che ha varato la delirante legge sull'azoto grazie alla quale il governo può ora espropriare la terra dei contadini, ha un fratello che possiede il supermercato online Picnic. E indovinate chi ha investito 600 milioni di dollari nella creazione di questa impresa? Proprio lui, Bill Gates quello che in Olanda ha messo soldi nella creazione della carne sintetica e che vuole ad ogni costo portare avanti questo progetto e dunque colpire come può gli allevatori. Con l’aiuto di un ministro beneficato attraverso il fratello. Non è certo una novità questa intrinseca corruzione, e non è ‘esempio più grave visto che l’aberrante acquisto di vaccini della von der Leyen – il cui marito lavora proprio per la farmaceutica – sono esempi spettacolari della corruzione che ormai regna incontrastata in Europa: al confronto un suk medio orientale parrebbe un luogo di specchiate contrattazioni. Ma di certo non sorprende che regolarmente si trovino gli zampini dei soliti noti in tutte le vicende legate ideologicamente al reset.

Bisogna arrendersi alla banalità del male: molto spesso dietro queste operazioni ci sono davvero una serie di interessi miserabili che spingono i decisori a mantenere il punto in vista di interessi e di ritorni del tutto personali. E’ quel misto di pubblico e privato di cui tanto si è favoleggiato e che si concreta nel mettere al primo posto gli interessi privati rispetto a quelli pubblici però con i soldi di tutti e i sacrifici di molti: pensiamo solo al gigantesco incrocio di speculazioni ad ogni livello che ha reso possibile il mantenimento di una narrazione totalmente incoerente come quella della pandemia e della vaccinazione di massa. Semplicemente moltissimi fra gli attori della commedia avevano un qualche interesse a tenerla in piedi consentendo così al potere politico di profittarne. E adesso che sono diventati complici a pieno titolo devono comunque stare al gioco.

Ora però distruggere l’economia europea del settore primario è un po’ più difficile che farlo nell’America del Nord dove gli allevamenti sono standardizzati e dove gli speculatori – sempre Gates in testa- hanno facile gioco, soprattutto dopo la mazzata volutamente data all’economia: da noi esiste tutta una ricca rete di habitat protetti per piante e animali con una straordinaria abbondanza di specie e di razze che creano un attaccamento non semplicemente economico, ma vitale e culturale ai territori. E’ proprio questo che i Bill Gates e i grandi ricchi in generale vogliono stroncare per i loro ogm e la loro carne artificiale: politici infami che ci guadagnano fanno sparare dalla polizia, mentre un parte di popolazione è completamente ipnotizzata da sciocchezze para ecologiche. Basti pensare che sempre più spesso viene l’invito a mangiare insetti come fonte di proteine, quando essi sono anche la principale fonte di azoto. Ma ormai questi poteri sanno di non aver bisogno di alcuna coerenza, anzi la totale confusione aumenta la loro presa sulla gente che solo se è toccata da vicino scende in piazza, però ha difficoltà a sviluppare una solidarietà e una resistenza generale contro questi piani di distruzione di società e di economie.

Nessun commento:

Posta un commento