L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 2 luglio 2022

In Euroimbecilandia hanno iniziato a razionare farina, olio di semi e zucchero, poi superato ma già si pensa di razionare il gas, in alcune parti del mondo la fame sta diventando seria. Negli Stati Uniti sempre più si va in debito con le carte di credito, che non sono le soluzioni e garantiscono solo un po' di tempo

Il razionamento è già iniziato in Europa mentre l'intero globo precipita in un orribile incubo economico

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
VENERDÌ 1 LUG 2022 - 12:30

Scritto da Michael Snyder tramite il blog The Economic Collapse,

Se i paesi europei stanno già iniziando a razionare certe cose a causa di "problemi di approvvigionamento", quanto tempo ci vorrà prima che inizi ad accadere negli Stati Uniti?

Fino agli ultimi due anni, molti di noi nel mondo occidentale hanno sempre considerato le carenze come qualcosa che solo i paesi poveri "non sofisticati" dall'altra parte del pianeta dovevano affrontare. Ma gli ultimi due anni ci hanno dimostrato che dolorose carenze possono accadere anche ai paesi ricchi del mondo occidentale. All'inizio ci è stato detto che erano "solo temporanei", ma i mesi sono passati e abbiamo continuato ad avere più carenze. Infatti, nel 2022 i "problemi di approvvigionamento" sono diventati così gravi che molti supermercati in Europa sono stati costretti a razionare rigorosamente gli articoli essenziali in vari momenti. Ad esempio, è stato riferito che a causa della guerra in Ucraina farina, olio di girasole e zucchero erano tutti razionati dai negozi in Grecia ...

Dopo aver limitato la vendita di alcune farine e olio di girasole online, i supermercati greci si stanno rivolgendo al razionamento anche della vendita di zucchero, ora anche nei loro negozi, per problemi di approvvigionamento.

L'AB Vassilopoulos sta fissando un limite massimo all'acquisto di tutte le marche di olio di mais e girasole e di farina per cliente mentre Mymarket ha messo un tetto agli acquisti di olio di girasole e Sklavenitis ha aggiunto zucchero alle vendite razionate di olio di mais attraverso il suo negozio online, con un massimo di quattro confezioni, i prodotti molto richiesti dai ristoranti, alcuni dei quali hanno detto che devono smettere di vendere patatine fritte e altri cibi fritti.

Negli ultimi mesi abbiamo visto misure simili implementate anche in altre grandi nazioni europee. Ad esempio, la guerra in Ucraina ha provocato un razionamento piuttosto severo in Spagna ...

Carenze sporadiche di prodotti come uova, latte e altri prodotti lattiero-caseari hanno colpito anche la Spagna dall'inizio della guerra in Ucraina. E i principali supermercati tra cui Mercadona e Makro hanno iniziato a razionare l'olio di girasole all'inizio di questo mese.

Ora, i negozi saranno temporaneamente autorizzati a limitare "il numero di beni che possono essere acquistati da un cliente", secondo le informazioni nella Gazzetta Ufficiale dello Stato pubblicata mercoledì.

Guardando al futuro, il razionamento del gas naturale è la prossima grande cosa di cui molte persone in Europa stanno parlando. Il flusso di gas naturale russo in Europa è stato ridotto, e sembra che questo potrebbe presto causare un razionamento diffuso in Italia...

L'Italia potrebbe iniziare a razionare il consumo di gas naturale ad alcuni giganti industriali, dopo che la russa Gazprom ha dimezzato le forniture venerdì.

Nel fine settimana, il corriere della Sera ha riferito che il governo italiano e l'industria energetica si incontreranno martedì e mercoledì per discutere della crisi, con il probabile risultato dell'introduzione di uno stato di allerta nell'ambito del protocollo di emergenza del gas del paese.

la CNN riferisce che la Germania è "un passo più vicina al razionamento delle forniture" ora che la Russia ha deciso di ridurre il flusso di gas naturale che va in quel paese ...

La più grande economia europea è ora ufficialmente a corto di gas naturale e sta intensificando un piano di crisi per preservare le forniture mentre la Russia chiude i rubinetti.

La Germania giovedì ha attivato la seconda fase del suo programma di emergenza gas in tre fasi, portandolo un passo più vicino al razionamento delle forniture all'industria – un passo che darebbe un duro colpo al cuore manifatturiero della sua economia.

Naturalmente ci sono altre parti del globo che stanno affrontando problemi che sono molto, molto più gravi di quelli che l'Europa sta affrontando in questo momento.

Come ho discusso in un articolo che ho pubblicato all'inizio di questa settimana, un numero significativo di persone sta iniziando a cadere letteralmente morto di fame in parti dell'Africa orientale. Le forniture alimentari globali continuano a diventare sempre più strette e il capo delle Nazioni Unite ci sta dicendo apertamente che il mondo si sta dirigendo verso una "crisi della fame globale senza precedenti"..

Quindi, se hai molto cibo da mangiare stasera, dovresti essere grato.

Qui negli Stati Uniti, le condizioni economiche si stanno deteriorando abbastanza rapidamente e la maggior parte degli americani è completamente e totalmente impreparata a qualsiasi tipo di grave recessione economica. All'inizio di oggi, mi sono imbattuto in un altro sondaggio che mostra che circa il 60% di tutti gli americani vive attualmente stipendio per stipendio ...

"Scopriamo che i consumatori in tutte le fasce di reddito – compresi quelli che guadagnano più di $ 100.000 all'anno – vivono di stipendio in busta paga. La ricerca di PYMNTS rileva che il 61% dei consumatori statunitensi viveva di stipendio in busta paga nell'aprile 2022, segnando un aumento di 9 punti percentuali dal 52% nell'aprile 2021, il che significa che circa tre consumatori statunitensi su cinque dedicano quasi tutti i loro stipendi alle spese con poco o nulla rimasto alla fine del mese.

Quindi cosa succederà quando quelle persone inizieranno a perdere il lavoro in gran numero?

Abbiamo già visto il numero di licenziamenti tecnologici accelerare notevolmente negli ultimi due mesi.

Purtroppo, i licenziamenti peggioreranno molto nei prossimi mesi.

E mentre l'inflazione continua a erodere sistematicamente il nostro tenore di vita, gli americani si rivolgono alle carte di credito a un ritmo record ...

Mentre gli americani sono alle prese con la più alta inflazione degli ultimi 40 anni, il numero di nuove carte di credito è aumentato man mano che più americani si affidano a loro per tenere il passo con i prezzi elevati. Secondo un recente rapporto della Federal Reserve, il credito revolving (carte di credito e linee di credito) è aumentato del 19,6% rispetto all'anno precedente a $ 1.103 trilioni.

Andare in debito con carta di credito non è una soluzione.

Nella migliore delle ipotesi, può farti guadagnare un po 'di tempo.

Ed è soprattutto una cattiva idea indebitarsi con la carta di credito mentre precipitiamo in una recessione.

A questo punto, quasi tutti si rendono conto che le cose andranno male. Secondo un recente sondaggio, un enorme 85% di tutti gli americani crede che gli Stati Uniti siano "diretti nella direzione sbagliata" ...

L'insoddisfazione nazionale è bipartisan. La maggior parte degli americani, l'85%, afferma che il paese è diretto nella direzione sbagliata. La maggioranza dei repubblicani è stata scontenta della direzione del paese dall'elezione di Biden. I democratici erano stati positivi su come stavano andando le cose, ma ora il 78% afferma che il paese è diretto nella direzione sbagliata.

Sono rimasto sbalordito nel vedere che il 78% dei democratici crede che gli Stati Uniti siano diretti nella direzione sbagliata con un democratico alla Casa Bianca.

Non ho mai visto un numero del genere prima d'ora.

Ma questa è solo un'altra indicazione che l'ora è tarda e che le cose stanno per iniziare a diventare davvero folli là fuori.

Per il momento, la vita è ancora almeno in qualche modo normale nel mondo occidentale.

Purtroppo, non rimarrà così a lungo, e quindi consiglierei di usare saggiamente il tuo tempo.

https://www.zerohedge.com/geopolitical/rationing-has-already-started-europe-entire-globe-plunges-horrific-economic-nightmare?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=752

Nessun commento:

Posta un commento