L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 25 luglio 2022

La guerra silente, non dichiarata dalla Nato alla Federazione Russa è sempre più palese

Le navi della NATO hanno cercato di inseguire una nave civile russa nelle acque del Canale della Manica

24 luglio 2022


NOTIZIE

Le navi della NATO hanno cercato di inseguire una nave civile russa nelle acque del Canale della Manica

Le navi della marina britannica e francese inscenarono un'altra provocazione contro la nave oceanografica russa.

Questa mattina, le navi della Nato hanno inscenato una pericolosa provocazione contro la nave oceanografica da ricerca russa Akademik Ioffe, molestando quest'ultima senza una ragione apparente. L'incidente è avvenuto nel Canale della Manica.

Al momento, l'agenzia di informazione e stampa Avia.pro ha notizia che la nave da ricerca russa Akademik Ioffe stava effettuando un passaggio di routine attraverso le acque del Canale della Manica. La rotta della nave oceanografica russa non è stata rivelata, tuttavia, quando è entrata nel Canale della Manica, è iniziato improvvisamente un inseguimento per la nave russa e, dopo che le fregate francesi e britanniche si sono avvicinate alla nave russa, quest'ultima ha iniziato a inseguirla di proposito.


È noto che le navi della NATO non hanno mostrato intenzioni ostili, tuttavia, gli esperti ritengono che l'inseguimento organizzato della nave scientifica russa sia la prova di intenzioni chiaramente ostili, sebbene la nave non abbia armi a bordo e non possa rappresentare alcuna minaccia.

Nessun commento:

Posta un commento