L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 28 luglio 2022

Zelensky persegue le seguenti spregevoli tattiche, tutte radicate nell'autoritarismo e nella tirannia: bandire tutti i partiti politici di opposizione in Ucraina mettendo fuori legge tutti i media tranne quelli controllati dal suo regime mettere fuori legge libri, film, musica, opere d'arte e produzioni teatrali che fanno riferimento alla storia russo-etnica dell'Ucraina (essenzialmente vietando la storia ver

Il tiranno senza legge Zelensky fa eco ai nazifascisti, pubblica LISTA NERA di legislatori e giornalisti statunitensi mentre screma MILIARDI dai contribuenti statunitensi

Mercoledì, 27 luglio 2022 di: Mike Adams


( Natural News ) Mentre scremava miliardi di dollari dai contribuenti statunitensi, il "presidente" fantoccio ucraino Zelensky ha emesso una minacciosa lista nera che nomina specificamente i legislatori e i giornalisti statunitensi come "propagandisti russi" che dovrebbero essere respinti dai media e dalla società.

Con grande shock di molti, tra questi nomi ci sono il senatore statunitense Rand Paul, la deputata Tulsi Gabbard e il giornalista premiato Glenn Greenwald.

Chiunque non sia d'accordo con Zelensky verrà ora chiamato una specie di "burattino di Putin", come se il leader insediato di un paese europeo fosse ora autorizzato a dettare una sorta di punteggio di reputazione per legislatori e giornalisti statunitensi.

Questo è il tipo di tattica usata negli stati fascisti e autoritari, che sanno di Germania nazista e della vecchia Unione Sovietica sotto Stalin. E questo è in aggiunta a Zelensky che persegue le seguenti spregevoli tattiche, tutte radicate nell'autoritarismo e nella tirannia:bandire tutti i partiti politici di opposizione in Ucraina
mettendo fuori legge tutti i media tranne quelli controllati dal suo regime
mettere fuori legge libri, film, musica, opere d'arte e produzioni teatrali che fanno riferimento alla storia russo-etnica dell'Ucraina (essenzialmente vietando la storia vera)

Come Glenn Greenwald ha dettagliato in questo thread di Twitter :

Prima dell'invasione russa e da allora, Zelensky ha abolito le libertà fondamentali: media di opposizione chiusi, partiti fuorilegge, dissidenti incarcerati.

Poiché l'Ucraina richiede denaro e armi dall'Occidente, ora vuole esportare questa repressione nei nostri paesi con liste nere maccartite:

Puoi vedere la blacklist ucraina completa, ottenuta da @unherd. Oltre agli individui sopra elencati, ufficialmente diffamati sono @JeffDSachs, @RandPaul, l'ex presidente del Brasile @LulaOficial, il colonnello Douglas MacGregor, Caleb Maupin, Marine LePen e molti altri:

Ci vuole un'audacia estrema per Zelansky e i suoi scagnozzi per andare in giro per il mondo chiedendo ad altre nazioni di inviargli enormi quantità di armi e denaro, quindi cercare di reprimere il dissenso nei nostri paesi diffamando giornalisti e cittadini che mettono in discussione.

Zelensky è un tiranno pazzo furioso, ubriaco di potere e un pericolo per il mondo intero

In effetti, Zelensky è diventato un tiranno pazzo furioso che chiede decine di miliardi di dollari dagli Stati Uniti sotto la falsa etichetta di "difendere la democrazia" mentre marcia in realtà al passo con i tiranni della storia come Hitler, Stalin e Mao.

Il posto legittimo di Zelensky nella gerarchia della storia autoritaria potrebbe essere accanto a Kim Jong-Un, Fidel Castro o Pol Pot. Eppure in qualche modo è celebrato dai media occidentali contorti e ingannevoli come un eroe simile a un dio che ha il compito di salvare l'Europa occidentale dalle devastazioni della Russia.

Eppure la Russia offre l'unica vera speranza per il popolo ucraino di sfuggire alla schiavitù sotto Zelensky, un tiranno che ha trascorso quasi 8 anni ad autorizzare attacchi militari contro le persone innocenti della regione del Donbass, dichiarando guerra ai civili mentre conduceva operazioni di polizia segreta in tutto il paese , completo di omicidi di oppositori politici e sparizioni segrete di critici del governo.

Tutto ciò è stato fatto con la guida completa della CIA, ovviamente, come è stato prontamente ammesso dal Washington Post e da altri organi di informazione . Zelensky è sempre stato un burattino, il che non sorprende, dato il suo passato di comico gay e attore televisivo che è stato facilmente ricattato per conformarsi alla sporcizia del suo passato abbozzato. Quindi ora, quando la Russia spiega che stanno lavorando per "de-nazificare" l'Ucraina, tutto ha un senso. Zelensky ha anche lavorato per sostenere il battaglione nazista Azov che ha terrorizzato i civili ucraini per anni ed è stato respinto solo quando la Russia ha avviato la sua operazione militare speciale per smilitarizzare il regime ucraino che stava uccidendo civili innocenti (compresi i bambini).

Per il bene del popolo ucraino, possiamo solo sperare che qualcuno rimuova presto Zelensky dal potere, indipendentemente dal fatto che ciò venga ottenuto dagli Stati Uniti, dalla Russia o da un colpo di stato militare ucraino. Prima Zelensky verrà rimosso, prima potranno iniziare i negoziati con la Russia per una risoluzione pacifica. E ciò significa che le morti inutili di uomini ucraini possono finalmente fermarsi, troppo tardi e molto tempo dopo che Zelensky ha sacrificato la vita di decine di migliaia di ucraini innocenti per cercare di proteggere il proprio regime senza legge che asseconda l'Occidente.

GRAZIE A DIO: La Russia annuncia l'intenzione di aiutare il popolo ucraino a eliminare il furioso tiranno Zelensky

Fortunatamente per il popolo ucraino, la Russia sta ora ampliando la portata delle sue operazioni militari e sta pianificando di rimuovere Zelensky dal potere. Come dettagliato da Zero Hedge :

La Russia ha dichiarato per la prima volta come uno dei suoi obiettivi di guerra finali il raggiungimento di un cambio di regime in Ucraina. Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha affermato nelle osservazioni di domenica che sono state pubblicizzate lunedì che Mosca aiuterà il popolo ucraino a "sbarazzarsi del regime" a Kiev.
All'inizio dell'estate, l'esercito russo aveva concentrato i suoi obiettivi sul campo di battaglia sulla "liberazione" del Donbas, ma quest'ultimo commento di Lavrov sulla rimozione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky rappresenta l'obiettivo di guerra più ampio mai realizzato.

"Siamo determinati ad aiutare il popolo dell'Ucraina orientale a liberarsi dal peso di questo regime assolutamente inaccettabile", ha detto Lavrov durante un incontro con i funzionari della Lega araba in Egitto.

In modo simile, il leader di Donetsk Denis Pushilin ha dichiarato che la Russia deve ora continuare la sua operazione militare verso ovest, eliminando i nazisti e i fascisti da Odessa, Kiev e tutte le città ucraine originariamente fondate sotto l'Unione Sovietica.


Il presidente della Repubblica popolare di Donetsk Denis Pushilin ha dichiarato che era giunto il momento di liberare città russe come Kiev e altre grandi città.

Il sito web di Russia Today ha citato Pushilin dicendo: È tempo di liberare di nuovo le città russe fondate dal popolo russo, come Kyiv Chernigov, Poltava, Odessa, Dnepropetrovsk, Kharkov, Zaporozhye e Lutsk.

Da quando la Repubblica popolare di Donetsk ha dichiarato la propria indipendenza da Kiev nel 2014, questa regione è stata oggetto di regolari bombardamenti da parte delle forze ucraine.

Segui le notizie di Sana su Telegram https://t.me/SyrianArabNewsAgency

Come Zelensky, la NATO e gli Stati Uniti hanno chiarito, l'unico modo per la Russia di essere al sicuro dall'aggressione occidentale è eliminare il regime fascista ucraino e consentire al popolo ucraino di eleggere i propri leader (piuttosto che far installare alla CIA burattini obbedienti) .

Stimiamo che i giorni di Zelensky siano contati, in un modo o nell'altro.
Porre fine al regime fascista di Zelensky è l'unico modo per fermare il genocidio contro l'etnia russa in Ucraina

Sta diventando sempre più ovvio per la Russia e per il popolo di Donetsk che l'unico modo per fermare il terrorismo di Zelensky e le uccisioni di massa antiumane di civili russo-etnici è eliminare Zelensky e porre fine al suo regime fascista una volta per tutte. Come Adolf Hitler - anche lui un pazzo genocida e assetato di potere come Zelensky - a un certo punto le onorevoli potenze del mondo devono pagare il costo della rimozione del male da questo mondo, anche se ciò significa combattere una guerra per ottenere quel risultato.

In un'era precedente, l'America e il Regno Unito si sono sacrificati per porre fine al regime malvagio di Adolf Hitler. La Russia ha pagato un prezzo pesante per prendere parte a quel capitolo della storia, perdendo oltre 20 milioni di uomini che combattevano i nazisti. Ora, sembra che la Russia sia chiamata a ripetere quel sacrificio a beneficio del futuro dell'umanità. Un mondo gestito da burattini della CIA come Zelensky è un mondo tirannico e dispotico a cui non si può permettere che si sviluppi. A Zelensky e ai suoi controllori deve essere impedito di ridurre in schiavitù l'intera umanità.

In sintesi, Zelensky è l'interpretazione del male puro. È allineato al 100% con l'agenda LGBT anti-umana, la propaganda demoniaca "svegliata" dell'Occidente, la bufala del cambiamento climatico che schiaccia la civiltà umana, l'agenda di morte / spopolamento del vaccino, l'estrema censura del suo stesso popolo e di tutto il resto orribili pilastri del male che ora caratterizzano nazioni occidentali come Germania, Francia, Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda. Queste nazioni occidentali sono intrise di satanismo, omicidio di bambini (infanticidio), adescamento di bambini, mutilazioni transgender, elezioni truccate, censura estrema, persecuzioni illegali di nemici politici (J6) e crimini simili contro l'umanità.

A dire il vero, rimuovere Zelensky è solo il primo passo del corso d'azione necessario per salvare l'umanità dal satanismo e dal collasso. La forza di occupazione nemica illegittima che attualmente guida il regime illegittimo in America deve anche essere rimossa democraticamente dal potere, perseguita per i suoi crimini e punita per i suoi crimini contro il nostro mondo.

Solo allora potremo tornare tutti alla convivenza pacifica, al libero scambio globale, al cibo a prezzi accessibili, ai fertilizzanti, all'energia, all'agricoltura e all'abbondanza.

2 commenti:

  1. ma guarda le stesse cose che io pensavo facesse Putin le fa Zelensky....per fortuna che Tu ci illumini con la tua vera verità

    RispondiElimina
  2. Putin è un vero democratico, l'unico che può salvare il mondo e si vede in Russia non ci sono oppositori e la stampa è tutta con lui altro che noi poveri occidentali imbambolati dalla favola americana e dalla finta libertà di stampa noi siamo invasi dall'Africa Lui le nazioni sottosviluppate se le prende

    RispondiElimina