L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 6 agosto 2022

Nel colpo di mano del Maidan, 2014, l'Occidente ha dichiarato guerra alla Russia

Il British Army compra Kalashnikov per addestrare le reclute ucraine
5 agosto 2022
in News


(aggiornato alle ore 14,00)

Il 9 luglio, il Ministero della Difesa del Regno Unito ha annunciato, come parte del suo accordo per addestrare 10.000 soldati ucraini, di aver acquisito un numero significativo di fucili modello Kalashnikov AK.

“Il governo ha rapidamente acquistato fucili d’assalto AK per il programma di addestramento, il che significa che i soldati ucraini possono addestrarsi sulle armi che useranno in prima linea” si legge nel comunicato. “Questo sforzo è stato supportato dal Reggimento delle Guardie Gallesi (Welsh Guards), che hanno testato più di 2.400 fucili di questo tipo in 17 giorni per assicurarsi che fossero pronti per l’inizio dell’addestramento degli ucraini”.

Dall’esame di ulteriori immagini rilasciate, sembra che i fucili modello AK acquistati per addestrare le truppe ucraine siano tutti camerati in 7,62×39 mm e i 2.400 fucili acquistati includono: Zastava M70, M70B e M70AB2 con calcio pieghevole e MPi KMS-72 prodotti nella Germania Orientale.


Alcune fotografie e video indicano l’impiego del fucile SA80/L85 in dotazione al British Army, anche se si ritiene che questi siano stati utilizzati con adattatori di sparo a salve durante l’addestramento.

Il Ministero della Difesa ha confermato che sono stati acquistati adattatori di sparo a salve per i fucili AK oltre che per gli SA80 per “mantenere rigide condizioni di sicurezza sia per i soldati britannici che ucraini durante l’addestramento e per soddisfare l’urgenza del requisito di addestramento.”

Secondo The Fire Arms Blog, che ha realizzato un ampio articolo su questo tema, l’acquisto di fucili calibro 7,62×39 mm invece dei più regolarmente impiegati fucili modello AK-74 da 5,45×39 mm non è chiaro ed è forse dovuto alla disponibilità di armi e munizioni di quel calibro. Non vi è alcuna indicazione che venga fornito addestramento con armi di supporto come mitragliatrici o armi portatili anticarro.


I fucili acquistati saranno probabilmente trattenuti in Gran Bretagna per addestrare i successivi quadri del personale ucraino, tuttavia, il Regno Unito ha donato una notevole quantità di uniformi e kit con la dichiarazione del Ministero della Difesa del 9 luglio in cui si afferma che ogni soldato riceverà:Dispositivi di protezione individuale inclusi caschi, giubbotti antiproiettile, protezioni per gli occhi, protezioni per le orecchie, protezione pelvica e kit di pronto soccorso individuali
Uniformi campali e scarponi
Abbigliamento per climi freddi e umidi
Poncho, sacchi a pelo e strumenti da trincea

Il programma addestrativo costituisce l’ultima fase dell’Operazione Orbital, il programma di supporto e addestramento a lungo termine delle forze armate ucraine avviato dal 2015.

L’addestramento coinvolge 1.050 militari britannici: in gran parte proveniente dall’11a Security Force Assistance Brigade costituita nel 2021 per addestrare forze militari di nazioni alleate e partner ma sono coinvolti anche militari della 12a Brigata Corazzata e della 1a Brigata Fanteria Corazzata oltre interpreti di lingua ucraina.


L’addestramento è incentrato su un corso basico per fanteria che include l’uso delle armi e i fondamenti del tiro, il primo soccorso sul campo di battaglia, le tattiche di pattuglia e nozioni di diritto internazionale dei conflitti armati. Non risulta che l’addestramento includa l’impiego di armi di appoggio quali mitragliatrici e lanciarazzi portatili.

Ad oggi, l’Operazione Orbital ha addestrato circa 22.000 militari ucraini mentre Canada e Stati Uniti hanno condotto programmi simili in Ucraina. Il Regno Unito ha accettato di addestrare 10.000 ucraini entro 120 giorni e il segretario alla Difesa, Ben Wallace, ha affermato che “se gli ucraini chiederanno di più, saremo aperti a di più”.

Il ministro della Difesa canadese Anita Anand ha annunciato ieri sera che il Canada ha autorizzato il dispiegamento in Gran Bretagna per un periodo iniziale di quattro mesi di 225 istruttori militari per addestrare nuove reclute dell’esercito ucraino nell’ambito dell’Operazione Unifier.

Le prime attività addestrative dovrebbero prendere il via il 12 agosto in una base nel sud dell’Inghilterra e saranno del tutto simili ai moduli basici gestiti dal British Army. Anche l’Operazione Unifier è stata varata nel 2015 e quest’anno è stata prolungata fino al 2025. Finora le forze armate canadesi hanno addestrato oltre 33mila militari e personale delle forze di sicurezza ucraine.

Foto: Ministero della Difesa Britannico

Nessun commento:

Posta un commento