L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 6 agosto 2022

Zelensky e Arestovych potrebbero essere bravi a fare film. Geniali militari non lo sono di certo

 05 agosto 2022

Ucraina SitRep - Perdita di vittime - L'Ucraina ammette la svolta russa - Paralisi del fronte meridionale

C'è un rapporto sull'Ucraina che fa il giro che sarebbe stato scritto dal comando superiore dell'esercito ucraino e trapelato da qualche parte.

Dr.Snekotron @snekotron - 12:50 UTC · 5 ago 2022

I canali ucraini stanno discutendo di quali potrebbero essere i dati trapelati dallo stato maggiore dell'AFU:

- Le AFU sono solo al 43-48% di forza
- operatori sanitari al limite
- non bastano armi leggere e armature
- 191mila soldati sono stati uccisi e feriti (solo AFU, esclusi gli altri)
- non c'è abbastanza idraulica e azoto liquido per gli obici M777
- a nessuno importa dei dispersi - non ci sono statistiche
- l'equipaggiamento trasferito dall'Occidente si sta esaurendo
- le armi occidentali sono gestite da dilettanti, poiché non ci sono specialisti qualificati
- nessun modo per riparare le armi sul posto a causa di la mancanza di pezzi di ricambio e specialisti: tutto viene inviato in Polonia

A proposito, anche con questo terribile rapporto, metterei in guardia dal prevedere una rottura decisiva del morale. Come con Peski, i feriti che camminano vengono rispediti direttamente in trincea

Ci sono alcune immagini di documenti scritti in caratteri cirillici allegati al tweet sopra.

I documenti sembrano legittimi. I numeri complessivi e le questioni menzionate mi sembrano plausibili. L'alto numero di vittime (più i dispersi) non sorprende. Rimarrebbe stupito se l'esercito russo e i suoi alleati ne possedessero più di un decimo. Questa è principalmente una guerra di artiglieria e la parte russa ha avuto una grande superiorità in armi e missili.

Mi chiedo se l'M-777 necessiti di olio idraulico e azoto. Entrambi sono utilizzati nel meccanismo di rinculo idraulico di tali pistole. Quando ero nell'esercito avevamo meccanismi simili nei nostri carri armati. Ma non hanno consumato olio o azoto a causa del normale funzionamento. Solo una manutenzione più ampia, come la sostituzione della canna della pistola, richiederebbe un riadattamento di quel meccanismo. L'obice "leggero" M-777 è costruito così male che quei fluidi e gas possono fuoriuscire e quindi diventare materiali di consumo?

L'Ucraina ha riconosciuto che la sua principale linea di difesa rinforzata a ovest della città di Donetsk è stata interrotta:

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy questa settimana ha definito "l'inferno" la pressione subita dalle sue forze armate nella regione del Donbas, nell'Ucraina orientale. Ha parlato di aspri combattimenti intorno alla città di Avdiivka e al villaggio fortificato di Pisky, dove Kiev ha riconosciuto il "parziale successo" del suo nemico russo negli ultimi giorni.

Giovedì l'esercito ucraino ha detto che le forze russe avevano organizzato almeno due assalti a Pisky ma che le sue truppe erano riuscite a respingerli.

L'Ucraina ha trascorso gli ultimi otto anni a fortificare posizioni difensive a Pisky, considerandola una zona cuscinetto contro le forze sostenute dalla Russia che controllano la città di Donetsk a circa 10 km (6 miglia) a sud-est.

Il generale Oleksiy Hromov ha detto in una conferenza stampa che le forze ucraine avevano riconquistato due villaggi intorno alla città orientale di Sloviansk, ma erano state respinte nella città alla periferia di Avdiivka dopo essere state costrette ad abbandonare una miniera di carbone considerata una posizione difensiva chiave.

Il ministero della Difesa russo ha confermato la sua offensiva.


Fonte: LiveUAmap - più grande

Tutto ciò che è rosso a sinistra della linea rossa indica i recenti progressi. Sembra piccolo ma è stato ottenuto contro le posizioni più fortificate della squadra ucraina.

Ecco una veduta aerea di una parte di Pisky.


più grande

Ci sono fossati (linee nere) ovunque e dopo otto anni di guerra di artiglieria tutte le case sono state più o meno distrutte. Tuttavia i loro seminterrati sono buone posizioni di combattimento che sono difficili da superare.

La svolta è avvenuta dopo che l'Ucraina aveva spostato molte unità di artiglieria dal Donetsk al fronte meridionale. Ciò spiega anche la mancanza di controbatteria nell'est di cui un testimone oculare si è recentemente lamentato .

L'Ucraina sogna ancora una controffensiva nel sud:

L'Ucraina ha affermato che l'offensiva russa a est sembrava un tentativo di costringerla a dirottare le truppe dal sud, dove le forze di Kiev stanno cercando di riconquistare il territorio e distruggere le linee di rifornimento russe come preludio a una più ampia controffensiva.

"L'idea è di esercitare pressioni militari su di noi a Kharkiv, Donetsk e Luhansk nelle prossime settimane... Ciò che sta accadendo a est non è ciò che determinerà l'esito della guerra", ha affermato il consigliere presidenziale ucraino Oleksiy Arestovych in un intervista su YouTube.

Ovviamente Arestovych ha torto. La guerra è stata decisa a est quando l'esercito ucraino ha seguito gli ordini dei suoi capi e ha spostato tutto ciò che aveva su quel fronte. Ciò ha dato all'artiglieria russa la possibilità di smontarlo. La tattica ucraina, ordinata dall'alto, era di mantenere ogni posizione fino a quando non fosse stata completamente distrutta. Una difesa più mobile sarebbe stata probabilmente più efficace e avrebbe costato meno vittime.

Le unità che l'Ucraina ha ritirato dal Donbas e ha inviato a Kherson per la sua offensiva da "milioni di uomini" erano già state pesantemente sbranate. Ora stanno aspettando da settimane il lancio dell'offensiva. Nel frattempo, i missili russi hanno colpito molte di queste unità riposizionate e causato un numero elevato di nuove vittime. La rimozione dell'artiglieria ucraina dalla linea di Donetsk ha consentito la svolta su quella linea.

Il lungo tempo impiegato da tutto quel riposizionamento ha anche dato il tempo alle forze russe di rafforzare le sue truppe intorno a Kherson. Ci sono ormai numeri sufficienti per i russi per lanciare la propria offensiva nell'area.

Il generale Hromov ha affermato che la Russia potrebbe lanciare la propria offensiva nella regione ucraina meridionale di Kherson per cercare di riconquistare slancio nella guerra dopo aver accumulato le sue forze lì.

Il generale ha capito bene. L'offensiva russa nel sud potrebbe essere lanciata già la prossima settimana.

Sembra esserci di nuovo un disaccordo tra il regime di Zelensky e lo stato maggiore delle forze armate ucraine.

Lo stato maggiore sa che una controffensiva contro Kherson non ha senso in quanto costerebbe molte più vittime ed è probabile che venga sconfitta.


Fonte: Terra militare - più grande

(Sotto la simbologia della NATO l'artiglieria amica è contrassegnata da un rettangolo con un punto di grasso nel mezzo. Una X sopra dice che l'unità è una brigata. Tre linee verticali segnano un reggimento (più piccolo) e due un battaglione (più piccolo).

Conto 4 brigate di artiglieria ucraine e tre reggimenti di artiglieria sul fronte meridionale. Attualmente c'è solo una brigata di artiglieria sul fronte orientale. Mentre le brigate meccanizzate nell'est hanno le proprie unità di artiglieria organica, quelle non hanno i grossi cannoni che possono fare il fuoco di controbatteria. 

Lo stato maggiore non vuole attaccare nel sud. Vuole riportare almeno alcune delle brigate di artiglieria sulla linea di Donetsk.

Ma Zelenski e il suo equipaggio vogliono impedire i referendum che si terranno il mese prossimo a Kherson e in altre regioni sotto il controllo russo. Ecco perché stanno spingendo per un contrattacco lì.

Il disaccordo ha paralizzato l'esercito ucraino. Le unità sedute nel sud in attesa di ordini mentre vengono decimate dagli attacchi missilistici russi quotidiani. Questo mentre sono urgentemente necessari nell'est.

Zelensky e Arestovych potrebbero essere bravi a fare film. Geniali militari non lo sono di certo.

Inserito da b il 5 agosto 2022 alle 16:49 UTC | Collegamento permanente

https://www.moonofalabama.org/2022/08/ukraine-sitrep-casualties-leak-ukraine-admits-russian-breakthrough-southern-front-paralysis.html#more

Nessun commento:

Posta un commento