L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 10 ottobre 2022

I NAZISTI ucraini trucidano i civili russi

Nazi ucraini trucidano civili rus
Maurizio Blondet 9 Ottobre 2022

Il nazista Maksym Zhorin comandante del battaglione Azov ha pubblicato sul suo canale Telegram (che alleghiamo) filmati del massacro nazista di CIVILI a Kupyansk, che, sempre secondo i nazisti aschenaziti ucraini, sarebbero dei civili collaborazionisti con i russi, firmando che “ci sarà una resa dei conti !”.
Queste cose i media occidentali totalmente sovragestiti dall’élite dei banchieri aschenziti, non ve le mostreranno.

Ще окупований Куп‘янськ, Харківська область. Цивільне населення. Розплата буде!

Відео взяте (https://t.me/catars_is/20252) з телефона окупанта.

(Cliccare qui sotto:)


Il generale Valery Fedorovich Zalushny, comandante in capo delle forze armate ucraine dal 2021, ha pubblicato giovedì sera una foto di se stesso con in mano una svastica sul suo account Twitter verificato.

Sebbene il simbolo sia un piccolissimo dettaglio nella foto, può essere chiaramente visto sul braccialetto del generale se carichi la foto pubblicata e ingrandisci.

La svastica è chiaramente visibile. (Schermata: Twitter)

Il generale Zalushny scrive in ucraino sulla foto:

“Una lotta infuria nel nostro paese su una scala che il mondo non vedeva dalla seconda guerra mondiale. Non abbiamo il diritto di trasmettere questa guerra ai nostri figli. Il nemico deve essere distrutto qui e ora. E possiamo farlo”.

Il contenuto non viene visualizzato perché non hai accettato i cookie esterni. Modificare..

La Russia ha ripetutamente accusato l’Ucraina di nazismo. La “denazificazione” dell’Ucraina è uno degli obiettivi dichiarati dell'”operazione speciale militare” russa. Il dettaglio apparentemente pubblicato accidentalmente dal generale Saluschny sta ora giocando a favore dell’argomento russo.


morto Erik Ollsen, a capo delle indagini dell’attacco al Nordstream

Morto misteriosamente, e… curiosa coincidenza: il corpo è già stato cremato, a poche ore dal decesso…

Nessun commento:

Posta un commento