L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 16 ottobre 2022

Musk, questo imbroglione di lusso, pensava che i suoi satelliti erano immuni da rappresaglie

Musk: "La Russia sta cercando di distruggere Starlink"

L'allarme del patron di Tesla che nei giorni scorsi ha chiesto al Pentagono di farsi carico delle spese per mantenere i satelliti in funzione che hanno garantito finora la connessione internet alle forze armate ucraine

aggiornato alle 20:2815 ottobre 2022

© Yasuyoshi CHIBA / AFP
- Il sistema per la connesisone internet grazie al satellite Starlink in Ucraina

AGI - La Russia "sta cercando attivamente di distruggere Starlink", la galassia di satelliti di SpaceX che ha garantito finora la connessione internet alle forze armate ucraine.

Lo ha scritto su Twitter l'imprenditore Elon Musk, che nei giorni scorsi ha chiesto al Pentagono di farsi carico delle spese per mantenere i satelliti in funzione, diventate insostenibili secondo il miliardario sudafricano.

"C'è una grande differenza tra le reti di comunicazione in tempo di pace e le reti di comunicazione al fronte", ha spiegato Musk rispondendo alle domande di alcuni utenti, "Starlink è l'unico sistema di comunicazione che sta ancora funzionando al fronte, gli altri sono tutti saltati. La Russia sta cercando attivamente di distruggere Starlink. Per salvaguardarlo, SpaceX ha dirottato enormi risorse verso la difesa. Anche così, Starlink potrebbe comunque morire".

"Fibra internet, linee telefoniche, ripetitori e altri sistemi di comunicazione aerei sono stati distrutti nelle zone di guerra. Starlink è tutto quel che rimane.

Per ora", ha proseguito Musk, "Starlink è il principale sistema di comunicazione dell'esercito ucraino al fronte. Se qualcun altro vuole questo lavoro, si accomodi, prego...".

"Al diavolo... Anche se Starlink sta ancora perdendo soldi e altre società stanno ottenendo miliardi di dollari dei contribuenti, continueremo a finanziare gratuitamente il governo ucraino". Lo ha scritto Elon Musk su Twitter, annunciando una marcia indietro dopo le polemiche degli ultimi giorni.

Nessun commento:

Posta un commento